Nadal il rientro è certo, ma è #663: ha solo un modo per giocare…

Rafa Nadal ha già una data per tornare in campo a quasi un anno dall’infortunio allo ipsoas iliaco riportato agli Australian Open. Il tennista delle Baleari ha annunciato sui social network che tornerà a gareggiare nel torneo di Brisbane, che si giocherà nella prima settimana di gennaio.

317 giorni dopo un lungo calvario: riparte dal #663

Nadal tornerà in campo 317 giorni dal ritiro dopo il duello contro Mackenzie McDonald nel secondo turno dello Slam australiano. Lo farà dopo un anno, il 2023, molto duro durante il quale, il 2 giugno, si era sottoposto a un intervento chirurgico. Ha dovuto poi iniziare il recupero dall’infortunio quasi da zero dato che il trattamento effettuato dopo gli Australian Open non ha funzionato. Un processo senza sosta ma senza fretta, anche perché, con ogni probabilità, il 2024 sarà la sua ultima stagione da professionista. Nadal è attualmente al numero 663 del ranking ATP, una posizione che teoricamente non gli permetterebbe nemmeno di giocarsi le prequalificazioni dei tornei ATP. Tuttavia Nadal potrà competere dove vorrà. Nessuno gli negherà la wild card che potrebbero aprirgli le porte ai due appuntamenti più attesi, entrambi a Parigi: il Roland Garros e le Olimpiadi 2024.

Le prospettive: un percorso mai provato prima

rafa nadal melbourne
Immagine | Epa

“Ciao a tutti. Dopo un anno lontano dalle competizioni, è arrivato il momento di ritornare. Sarà a Brisbane e sarà la prima settimana di gennaio. Ci vediamo lì”. Le prossime tappe sono ancora da decidere e valutare. Preso atto che quasi certamente, a meno di sciagurate ricadute, Nadal giocherà Roland Garros e Olimpiadi, resta da capire quando e dove inizierà a misurarsi con i big. Il primo appuntamento è Melbourne. Nessuno dirà di no a Nadal, ma il percorso sarà assai complicato. Lo spagnolo potrebbe affrontare i giocatori più forti del mondo fin dai primi turni e, con un posizionamento così basso, è inevitabile che Nadal possa essere posizionato praticamente ovunque in qualsiasi tabellone di ciascun torneo che giocherà. Una mina vagante, ma anche una situazione inedita: il percorso di Rafa in ogni torneo sarebbe molto più complicato del solito, poiché le teste di serie, ciò che lui era abituato a essere, appariranno sul suo percorso molto prima del solito, possibilmente anche al primo turno. Per fare un esempio, sarebbe possibile assistere a un match con Carlos Alcaraz, Novak Djokovic o qualsiasi altro grande giocatore già nel primo turno del prossimo Australian Open. Il vincitore di 22 tornei del Grande Slam dovrà navigare in un territorio sinora inesplorato.

Impostazioni privacy