Sinner, dopo Melbourne c’è un tabù da sfatare

Niente Sanremo per Jannik Sinner che è già al lavoro per tornare in campo. Il prossimo appuntamento è a Rotterdam per un ATP 500 di grande importanza. Lo scorso anno il tennista azzurro si è spinto sino alla finale, superato da quel Daniil Medvedev sconfitto nella finale degli Australian Open. Il russo non parteciperà al torneo dei Paesi Bassi, ma l’altoatesino è comunque chiamato a centrare una impresa e a rompere una maledizione che assale chi ha vinto il primo slam della carriera.

Sinner testa di serie numero uno

Jannik Sinner, considerata l’assenza di Medvedev, sarà testa di serie numero 1 nel torneo, quindi ha ottime possibilità di arrivare sino alla finale e magari vincerla ma deve anche fare i conti con la “sbornia” da primo major. Nessun tennista, tranne Lleyton Hewit è riuscito a vincere il torneo seguente allo slam appena vinto. Basti passare al setaccio cosa è successo ai “big” dopo il loro primo successo.

Un tabu da sfatare: nessun big capace di ripetersi

Rafael Nadal ha vinto il suo primo Roland Garros nel 2005 ma, complice evidentemente anche il passaggio sull’erba, non certo la superficie preferita dal tennista spagnolo, esce repentinamente dal torneo di Halle per mano di Alexander Vaste, allora #147 al mondo. Anche Novak Djokovic non è riuscito a vincere subito dopo la vittoria a Melbourne del 2008.

Il serbo, dopo l’Australian Open, torna in campo in occasione della Coppa Davis nella sfida contro la Russia e abbandona comunque in svantaggio nella sfida con Nikolay Davydenko sul punteggio di 4-6 3-6 6-4. Non gli è andata meglio nel circuito ATP: a Marsiglia abbandona il torneo agli ottavi di finale contro il tennista di casa Gilles Simon. Anche Re Roger Federer ha pagato lo scotto della prima volta: lo svizzero, vittorioso a Wimbledon, si arrampica in finale nel torneo “casalingo” di Gstaad ma non riesce a superare l’ostacolo Novak in finale arrendendosi 5-7 6-3 6-3 1-6 6-3.

Anche i rivali di Sinner hanno pagato caro lo Slam

Sinner Melbourne
Immagine | Epa

E gli altri rivali? Carlos Alcaraz ha vinto il suo primo Slam agli US Open del 2022 ma ha subito pagato dazio alla vittoria con una sconfitta dolorosa in coppa Davis contro Aliassime in uno Spagna – Canada. E anche il rientro nel circuito è avaro di soddisfazioni, sconfitto ad Astana da Goffin. Anche Daniil Medvedev, che ha vinto a New York nel 2021, ha giocato malissimo il Masters 1000 di Indiand Wells uscendo agli ottavi di finale, fermato da Dimitrov. Sinner è comunque abituato a battere ogni record, chi sa se ci riuscità ancora.

Impostazioni privacy