Sinner a caccia dei big six: chi ha vinto Melbourne e Indian Wells?

Inizia il torneo di Indian Wells e Jannik Sinner è  caccia di nuovi record. È stato il primo a vincere un torneo (Rotterdam) dopo la conquista del suo primo e sinora unico Australian Open. La vittoria nello slam gli permette però di aspirare a una doppietta niente male: Open d’Austalia e Indian Wells, impresa riuscita solo ai grandissimi di questo sport. Il tennista sarebbe il primo dopo i big three del XX e del XXI secolo.

Gli eroi degli anni 90: Courier, Sampras e Agassi

Il primo a centrare un successo a Indian Wells dopo la vittoria a Melbourne è stato Jum Courier. “Big Jim” nel 1993 dopo aver dominato in Australia concede il bis superando nei Rosset, il campione uscente Michael Chang in semifinale e Wayne Ferreira in finale. L’anno successivo è il turno di Pete Samrpas che da #1 al mondo che nonostante un pessimo avvio di stagione supera Lendl in finale all’Australian Open e poi centra il successo in una finale soffertissima con Petr Korda, che lo mette alle corde fino al quinto set vinto per 6-2. Per aspettare il terzo tennista capace di bissare il primo Slam della stagione con Indian Wells occorre spostare le lancette fino al 2001 quando André Agassi supera a Melbourne Pat Rafter 6-3 al quinto in semifinale e poi distrugge Clement 6-4, 6-2, 6-2. La sua vittoria in terra Indiana è ricca di “scalpi” eccellenti: cadono Leyton Hewitt e, in finale, Pete Sampras superato 7-5, 7-5, 6-1.

Sinner a caccia di Nadal, Federer e Djokovic

Novak Djokovic
Immagine | Epa

Quasi superfluo chiedersi chi siano i tennisti dell’era moderna capaci di imporsi sia a Melbourne, sia nel torneo di Indian Wells. Jannik Sinner va a caccia dei big three. Rafael Nadal, capace di vincere una semifinale storica di 5 ore e 10’ per aver ragione di Verdasco. Il re della terra rossa da fa suo il cemento in una nuova finale epica contro Federer, battuto 6-2 al quinto. È il 2009 e l’accoppiata si completa nella finale vinta contro Andy Murray.

Il “Re” Roger Federer impone invece il suo regno sia su Melbourne sia sulla California nel 2004, 2016 e 2017, che resta senza dubbio l’impresa più bella e significativa. A 35 anni suonati, lo svizzero si prende una rivincita su Nadal e poi fa suo il derby con Stan Wawrinka.  Nessuno però è all’altezza di Novak Djokovic, il serbo capace di imporre il suo marchio sull’Open di Australia e Indian Wells in quattro occasioni. La prima nel 2008, l’ultima nel 2016, inframmezzata dai successi nel 2011 e 2015. Con il successo del 2016, fra l’altro, è anche l’unico tennista, e la sensazione è che rimarrà tale ancora a lungo, in grado di realizzare due volte la vittoria Australia – California. Stupisce chi si stupisce…

Impostazioni privacy