Napoli, addio doloroso: la notizia scuote i tifosi, inimmaginabile tutto ciò

Parte la rivoluzione Conte in casa Napoli, con diversi cambiamenti che avranno luogo già in questi giorni, non solo per quanto riguarda i calciatori in rosa.

Conte manda via dal Napoli lo storico preparatore atletico Francesco Sinatti, Coratti al suo posto
Antonio Conte (Wigglesport.it) Foto Ansa

Con Antonio Conte nominato ufficialmente nuovo allenatore del Napoli, il club azzurro ha cominciato le prime manovre allo scopo di costruire una squadra competitiva e capace di potere dire ancora una volta la sua per lo scudetto. Il neo ds Giovanni Manna in realtà è già al lavoro da alcune settimane, in tal senso.

Ci sono da risolvere prima di tutto alcune situazioni legate a dei calciatori che attualmente fanno parte dell’organico azzurro. Victor Osimhen probabilmente andrà via, nonostante la presenza di un tecnico vincente come Conte. Il caso Di Lorenzo sembra essere rientrato, anche se il suo procuratore, Mario Giuffredi, sembra averla presa sul personale.

Le ultime dichiarazioni di Giuffredi si possono riassumere con il voler fare di tutto, da parte sua, per agevolarne la cessione “e per assecondare il desiderio di Giovanni”. Nelle prossime settimane avremo un’idea più chiara, anche se il capitano dei partenopei, 31 anni ad inizio agosto, è legato al Napoli con un contratto a lunga scadenza, fino al 30 giugno del 2028.

Ed ovviamente ci saranno anche delle entrate, quasi tutte importanti. Aurelio De Laurentiis non ha usato mezzi termini nel dichiarare che intende fare di tutto per rendere il Napoli di nuovo competitivo. Il tutto nonostante nella prossima stagione non ci sarà la Champions League a fare da piacevole intermezzo settimanale. E pare che un altro addio sia certo.

Napoli, Conte non trattiene un elemento importante

Conte manda via dal Napoli lo storico preparatore atletico Francesco Sinatti, Coratti al suo posto
Aurelio De Laurentiis (Wigglesport.it)

Una squadra forte è frutto anche di una organizzazione societaria forte. Pure lo staff medico può fare la differenza in positivo, come dimostra la gestione del dottor De Nicola all’epoca del primo ciclo di Walter Mazzarri in panchina, oltre dieci anni fa. Allora non ci furono mai infortuni muscolari.

Pare che adesso Conte non abbia mostrato volontà nel confermare il preparatore atletico Francesco Sinatti, che da diverse stagioni lavora per il Napoli. Il suo posto dovrebbe essere preso da Costantino Coratti.

Lo fa sapere il quotidiano napoletano “Il Mattino”, il quale solleva dei dubbi anche su quella che è la permanenza del dottor Raffaele Canonico come responsabile dello staff medico azzurro.

Da questo punto di vista ci potrebbero essere a loro volta non pochi cambiamenti. Con Conte che porterebbe degli uomini di sua fiducia, e che avrebbe carta bianca da parte di De Laurentiis nell’agire come meglio crede.

Impostazioni privacy