Mercedes pensa ad Alonso? La risposta del campione è eloquente

Fernando Alonso alla Mercedes nel 2025? Suggestioni da paddock. Sebbene sia strano pensare al mercato piloti con un 2024 ancora da iniziare, alcuni elementi spingono già a pensare al futuro. In primis, la possibilità di un nuovo dominio Red Bull sul Mondiale. E poi, soprattutto, il passaggio di Hamilton alla Ferrari: abbastanza per cercare delle risposte a dei perché legati anche a un sedile prestigiosissimo, quello della Mercedes, in attesa di un nuovo padrone.

Mercedes, opzione Antonelli e il fascino del campione 

La Mercedes, tecnicamente, è coperta: ci sarebbe, e l’idea sta anche prendendo corpo, la possibilità di promuovere immediatamente Andrea Kimi Antonelli (17enne), anche se chiunque conosca questo sport sa bene quanto sia rischioso affidarsi a un rookie a meno che non sia appunto un Hamilton. E in ogni caso, la situazione della Mercedes è molto più difficile da leggere di quello che sembra. Non è solo una questione tecnica.  L’unico pilota che potrebbe colmare il vuoto mediatico lasciato da Hamilton è Fernando Alonso, anche perché non ci sono più campioni del mondo in griglia. In termini sportivi, lo spagnolo garantisce risultati fin dalla prima gara ma resta da capire se abbia intenzione di accettare il ruolo da comprimario. Toto Wolff, infatti, vede in Russell quel leader capace di imporsi anche perché ha vinto contro la Red Bull di Verstappen e lo stesso Hamilton. Le alternative? Ciò che non mancano sono i candidati: Sainz è libero e non è da escludere uno scambio di volanti. Toto è anche agente di Ocon ma, come ama ricordare maliziosamente Fernando Alonso: “So di essere desiderabile, c’è un solo campione del mondo senza contratto e sono io”.

Alonso ha davvero voglia di continuare a correre?

Fernando Alonso Aston Martin 2023
Immagine | Epa

Sul talento, non ci sono dubbi. Sulla voglia di continuare a correre, c’è invece qualche riserva da sciogliere. Fernando Alonso ha 42 anni, quanto basta per riflettere se valga la pena continuare. L’appuntamento con la decisione è già fissato: “Ogni anno lo prendo come se potesse essere l’ultimo. Non ho un contratto per il 2025, non so cosa possa succedere. Dopo i viaggi difficili in Bahrein, Arabia, Australia, Giappone e Cina, mi fermerò un attimo a parlare con me stesso per decidere se ne vale la pena o no, per un anno ancora o qualche anno in più”. In ogni caso, l’Aston Martin sarà la prima opzione in tutto questo processo: “Una volta presa questa decisione, mi siederò con l’Aston Martin per dirgli che mi piacerebbe continuare in questo progetto. Certo, se non raggiungiamo un accordo e volessi continuare in F1, so di avere una posizione privilegiata. probabilmente sono attraente per gli altri team. Come ho sempre detto, ci sono solo tre campioni del mondo sulla griglia… e ce n’è solo uno disponibile”. Chi sa se alla Mercedes è arrivato il messaggio?

Impostazioni privacy