Il Santos retrocede: chi sono adesso gli “immacolati” del Pallone?

Il crollo degli dei. Il Santos, la squadra che è stata di Pelé, a quasi un anno dalla scomparsa del campione brasiliano, risente dell’addio a questo mondo della sua icona. Retrocesso in B, per la prima volta in assoluto nella storia. E così, nel giorno dell’Immacolata, ecco i nomi dei club di chi non si è mai macchiato della retrocessione.

In Italia c’è solo l’Inter: in Europa un bel po’ in più

In Europa si salvano in parecchie. In Italia, una sola. L’Inter è l’unica squadra ad aver disputato solo e sempre il campionato di Serie A. Tecnicamente non è mai retrocesso neanche il Sassuolo, ma gli emiliani appartengono all’élite del calcio da dieci anni. In Spagna resistono in tre: Real Madrid e Barcellona, espressione della Liga più ricca, e Athletic Bilbao, che ha un doppio record ma retrocessa e autarchica. Miracolo made in Paesi Baschi. Curioso invece il dato di tre top campionati. In Premier, Bundesliga e Ligue 1 nessuna big è mai riuscita a evitare la serie o le serie inferiori. Il record di “intoccabilità” spetta all’Eredivise. In Olanda Ajax, PSV, Feyenoord e Utrecht non hanno mai conosciuto l’onta della retrocessione. Tre big mai retrocesse anche in Portogallo (Porto, Benfica e Sporting Lisbona), Grecia (Panathinaikos, Olympiakos e Paok Salonicco) e Turchia (Galatasaray, Besiktas e Fenerbahce).

Il Sudamerica: retrocesso il Santos, resistono in poche

Tifoso Boca Juniors
Immagine | Epa

La caduta del Santos è di quelle che fa rumore. Arriva quattro anni dopo la retrocessione del Cruzeiro. Gli unici due club ad essere ancora “immacolati” sono Flamengo e San Paolo. La dura legge del calcio che non fa sconti neanche alla nobiltà ha colpito anche in Argentina dove nel 2011 il River Plate ha conosciuto la serie B. Un’onta due volte difficile da sopportare, considerando che l’unica squadra a non essere mai retrocessa è il Boca Juniors. E alla Bombonera ricordano spesso e molto volentieri quell’annata con un coro “ad hoc” intonato ai rivali di sempre.

In Cile lo storico Colo Colo ha rischiato di lasciare per la prima volta il massimo campionato nel 2021, ma è riuscito a evitare lo scivolone. In Uruguay, invece, solo Penarol e Nacional hanno sempre mantenuto la categoria sin da quando sono state fondate, ovvero nel 1891 e 1899, dunque il primato, per anzianità, spetta al club uruguaiano. Anche se nessuno è come il Barcellona: con lo stesso nome, due club mai retrocesse. L’alter ego dei blaugrana si trova in Ecuador, dove la squadra di Guayaquil, il Barcellona, appunto, ha sempre giocato nella serie A locale.

 

Impostazioni privacy