Horner difende sé stesso e la Red Bull: bordata alla Mercedes

Doppietta della Red Bull a Jeddah. Un risultato tutto a favore di Christian Horner, caposquadra, che elogia Verstappen ma non perde occasione di sfruttare a suo favore l’uno – due piazzato in Arabia Saudita per mettere la squadra al di sopra di tutto e infierire sulla Mercedes.

Horner: “Ho 16 piloti che vogliono guidare la Red Bull”

Il team principal ha parlato da leader assoluto e incontrastato del team: “Nessun individuo è più grande della squadra. Abbiamo un posto libero per il prossimo anno e 16 piloti che vogliono disperatamente salire su quella macchina l’anno prossimo. Per adesso Checo è in pole, è lui che deve perdere la posizione.  E per quanto riguarda Max, abbiamo un ottimo rapporto con lui. Certo, se qualcuno vuole lasciare la squadra, non andrei mai contro la sua volontà. Che si tratti di un operatore di macchina o di un progettista o chiunque altro. Per stare in questa squadra ci vuole impegno e passione. Max ce l’ha, lo vediamo da quando aveva 18 anni, non ho dubbi sul suo impegno e passione per il futuro. E comunque non c’è tensione, non c’è stress e tutto questo lo si traduce con risultati in pista. Max è parte della squadra. Helmut Marko fa parte della squadra. Io guido la squadra che ha avuto grande successo e stabilità per un lungo periodo di tempo”.

Una stoccata alla Mercedes e a Toto Wolff

Christian Horner non ha risparmiato una stoccata neanche a Toto Wolff. Il Team Principal, nonché azionista Mercedes ha agitato le acque spiegando che gli piacerebbe avere Max alla Mercedes. Visto il disaccordo di Jos Verstappen con Horner sul caso dell’indagine respinta sull’inglese, non è un segreto che le frecce d’argento sognino di sostituire Hamilton con il campione in carica. La decisione di Max si lega anche e soprattutto ai risultati: avrà senza dubbio la vettura migliore anche nel 2025, ma in molti pensano che il 2026 e il cambio di regolamento potrebbero rimescolare carte e rapporti di forza anche e soprattutto perché Red Bull, per la prima volta, dovrà produrre il proprio motore. Horner ostenta certezza: “Sono sicuro che tutti i team vogliono Max, ma Toto dice anche che i migliori piloti vogliono le migliori macchine. Max ha ottenuto 56 vittorie e 100 podi con la Red Bull. Il futuro non ci spaventa. Ci sono 22 dipartimenti alla Red Bull Racing e lavorano tutti in in modo eccezionale e siamo convinti che continuerà ad essere così”.

Impostazioni privacy