Gli sportivi che hanno preso parte alla prima serata di Sanremo 2024

Dalla pista da sci e dal campo da calcio, direttamente al palco dell’Ariston. Ecco i due ospiti sportivi della prima serata di Sanremo 2024

Si è conclusa la prima serata di Sanremo, e possiamo dire che non sono mancati momenti di risate e di commozione.

In questo tripudio di emozioni, anche una fetta dello sport del nostro Paese è salita sul palco insieme ad Amadeus. Stiamo parlando di due grandi nomi, rispettivamente del mondo del calcio e dello sci.

Zlatan Ibrahimovic: sempre all’altezza dello show

Ibra e Amadeus
Ibra e Amadeus- ANSA/ETTORE FERRARI – wigglesport.it

Ibra è abituato a sentirsi all’altezza della situazione, e non stiamo parlando dei suoi quasi due metri di altezza, ma della sua abilità a sentirsi a suo agio sul palco, tanto quanto su un campo da calcio.

Codino e smoking con punti luce sparsi qua e là, Ibra ha tenuto i telespettatori con gli occhi puntati sulla tv e con un sorriso sghembo sulle labbra, grazie ai suoi botta e risposta con Amadeus. Dei battibecchi pungenti a modi sfottò che ben si addicono alla sua stazza e al suo modo di fare.

L’apice però lo ha toccato con una risposta ironica lanciata mentre prendeva posto sulla sua poltrona in sala, dove un tempo si era seduto Mattarella. Quando gli viene fatto notare, la sua domanda ruba una risata a tutto l’Ariston: “Quanti gol ha segnato?” Effettivamente, di sicuro meno di lui.

Ovviamente, chiunque fosse seduto dietro di Ibra avrà visto molto poco di ciò che stava accadendo sul palco e avrà maledetto mentalmente Amadeus per averlo invitato.

Ma d’altronde l’ex campione è abituato alle luci e all’atmosfera dell’Ariston, soprattutto dopo tutto l’allenamento nel 2021, quando, l’allora rossonero, fu un ospite fisso. Come dimenticare il suo importante discorso sul fallimento?

Il fallimento è parte del successo ma se non fai una sfida con te stesso non puoi crescere. In campo puoi vincere o perdere, io ho giocato 945 partite, ne ho vinte tante ma non tutte. Il fallimento, però, non è il contrario del successo: il grande sbaglio è non fare niente. Se sbaglia Zlatan, puoi sbagliare anche tu”

Federica Brignone: neanche un gelido saluto alla Goggia

Federica Brignone con Amadeus e Mengoni
Federica Brignone a Sanremo – ANSA/ETTORE FERRARI – wigglesport.it

La campionessa dello sci Federica Brignone ha fatto calare il gelo ieri sera in sala.

L’atleta è famosa per aver vinto la Coppa del Mondo di sci alpino, ed è anche l’italiana con più podi ottenuti in carriera in questo sport.

Ieri sera, si è presentata sul palco non vestita di un bianco candido, bensì di un nero corvino, con tanto di caschetto in mano. Ed è stata accolta da Marco Mengoni, che ha ammesso alla dea dello sci di non aver mai neanche provato a indossare un paio di sci.

Federica, durante un’intervista pre show, si è detta lusingata dall’invito e ha ammesso di essere un’amante della musica da quando sua madre le faceva ascoltare Battisti:

“La musica mi è sempre piaciuta, fin da bambina, quando ascoltavo Battisti con mia madre. E penso che anche lo sci sia musica: ogni discesa, ogni curva ha un suo ritmo sempre diverso. Da piccola cantavo, anche oggi canto quando scio in libertà. Mi piace molto il rock, i Dire Straits, Tracy Chapman, ma amo anche gli artisti italiani, come Marco Mengoni e Laura Pausini. Ho imparato a suonare la chitarra e fatto corsi di hip hop, ma non ho molto tempo, sono sempre in giro”.

Ad ogni modo, durante la diretta,  un dettaglio non è passato inosservato: nonostante fosse previsto un saluto alla collega e rivale Sofia Goggia, la cui stagione è terminata drasticamente dopo una frattura di tibia e malleolo, la Brignone non l’ha nemmeno citata, tantomeno salutata.

Subito è nato lo scandalo, anche perché non è un segreto la rivalità tra le due connazionali… ma è intervenuta la Manager di Federica, Giulia Mancini, a calmare le acque:

“Solo un problema di tempo. Purtroppo, non l’hanno neppure fatta parlare. Sono tempi televisivi”

In effetti, Amadeus non ha concesso molto spazio alla Brignone, nonostante avesse fatto letteralmente i salti mortali per essere presente sul palco nel bel mezzo degli allenamenti per le gare.

Ad ogni modo, è bello che sul palco di un festival musicale così importante si trovi spazio anche per lo sport, per quanto gli stretti tempi televisivi e gli impegni agonistici lo permettano, vero Sinner?

Impostazioni privacy