Fa bene non farsi sempre la doccia? Ecco cosa succede se non ti lavi per 2 giorni o 1 settimana

Cosa succede al tuo corpo se non ti lavi per 2 giorni o una settimana, scopri se fa bene non farsi sempre la doccia

Dopo questo periodo di pandemia, il lavarsi spesso le mani e fare la doccia regolarmente sono diventate pratiche comuni per prevenire la diffusione del virus. Tuttavia, ci sono molte persone che si stanno chiedendo se sia veramente necessario fare la doccia tutti i giorni. Fa bene non farsi sempre la doccia? Cosa succede se non ci si lava per due giorni o una settimana intera?

doccia
Le conseguenze di non lavarsi spesso | ArtRepublic @Canva – wigglesport.it

In questo articolo, esploriamo i pro e i contro di questo dibattito sulle abitudini igieniche quotidiane. Anche se alcune delle informazioni potrebbero sorprendervi, vi assicuriamo che la risposta finale alla domanda “fa bene non farsi sempre la doccia?” non è del tutto semplice. Pronti a esplorare questo argomento controverso?

Quante volte dovremmo lavarci alla settimana?

Considerando i racconti dei nostri antenati, ci rendiamo conto di quanto le abitudini di igiene personale siano cambiate nel corso del tempo. Se riflettiamo sui sacrifici che dovevano fare per potersi lavare ogni giorno all’inizio del secolo scorso, ci rendiamo conto di quanto diamo per scontato l’uso quotidiano dell’acqua oggi. Nel poter fare la doccia due volte al giorno o lavarci le mani ogni volta che ne sentiamo il bisogno, spesso dimentichiamo che l’acqua non è una risorsa infinita. Piuttosto, è preziosa e deve essere utilizzata in modo parsimonioso.

Attualmente, ci troviamo spesso a discutere sulla questione della siccità, un problema reale ed urgente che non possiamo permetterci di ignorare. Alcune persone hanno recentemente sollevato controversie con la loro ‘routine di bellezza ecologica’, cercando di sensibilizzare le persone ad adottare uno stile di vita più sostenibile. Questo ha causato dubbi su convinzioni profondamente radicate e norme igieniche vitali per noi e per la vita di comunità.

Ora è il momento di cambiare le nostre abitudini giornaliere, anche se ciò può richiedere alcuni sacrifici, al fine di preservare il nostro pianeta. Ma è davvero possibile bilanciare l’igiene personale e il rispetto per l’ambiente? Effettivamente può essere dannoso lavarsi ogni giorno? Esistono rischi per la nostra salute?

Lavarsi tutti i giorni: tutte le cose che dovremmo considerare

Non c’è una regola definita su quante volte dovremmo fare la doccia a settimana. Tra l’opzione di farla giornalmente o una volta alla settimana, l’equilibrio si trova – come spesso accade – nel mezzo. Gli specialisti sostengono che la frequenza appropriata sarebbe ogni 2 o 3 giorni.

Quanto lavarsi dipende dalla stagione? Considerando i diversi periodi dell’anno, durante l’inverno potrebbe essere abbastanza avere 2-3 docce a settimana, con una pulizia quotidiana delle parti intime, del viso e delle ascelle. In estate, però, l’aumento del sudore dovuto al caldo richiede una pulizia più frequente, anche solo per rinfrescare il corpo.

Una donna fa il bagno
Farsi la doccia un piacere, ma anche una necessità | Dean Drobot @Canva – wigglesport.it

Cosa succede se non ti lavi per 2 o 5 giorni

Non farsi la doccia per un paio di giorni non ha importanti conseguenze sulla pelle e sulla salute. Ma se l’astinenza da acqua e sapone prosegue allora la situazione potrebbe cambiare, in peggio. Certo la differenza la fa il tipo di vita che si svolge e delle caratteristiche personali legate all’ipersudorazione o alla secchezza o meno della pelle. In ogni caso non farsi la doccia per 5 giorni rischia di creare funghi e batteri. Si può andare incontro a infezioni anche gravi su unghie e nelle parti intime. Inoltre accumuli di sostanze grasse potrebbero portare a irritazioni sulla pelle affatto trascurabili.

Risparmiare l’acqua e mantenere una pelle in salute

È preferibile fare la doccia invece del bagno, poiché è più veloce e richiede meno acqua; le docce lunghe e calde possono danneggiare il mantello lipidico della pelle e alterare il suo pH.

Ricordiamo sempre l’importanza di selezionare i prodotti per la nostra igiene personale che puliscono in modo delicato, non aggressivo, garantendo l’equilibrio del pH, del film idrolipidico e del microbiota. Si consiglia che in tempi di scarsità d’acqua ed energia, dobbiamo dare priorità ai prodotti che:

  • possiedono tensioattivi di origine vegetale e sono eco-friendly;
  • producono poca schiuma;
  • permettono risciacqui rapidi, per minimizzare l’uso di acqua ed energia.

Oltre agli impatti ambientali, non è necessariamente positivo lavarsi molte volte durante la giornata. Ancor meno vantaggioso è utilizzare saponi aggressivi e bagnoschiuma. La nostra pelle è protetta da un film idrolipidico sulla superficie esterna (una sorta di rivestimento composto da acqua e grassi) che determina il pH acido della pelle e che deve rimanere tale.

Insieme al film lipidico, un’altra componente chiave è il microbiota, formato da germi, batteri, funghi e acari che risiedono sulla nostra pelle e contribuiscono a mantenerla sana. Tutto ciò rende la nostra pelle la barriera contro gli attacchi esterni, pertanto è cruciale preservarne l’integrità.

Fare la doccia e scrub troppe volte, oppure utilizzare prodotti di bassa qualità possono compromettere questo delicato equilibrio, portando a:

  • la distruzione di alcune specie di germi e batteri;
  • l’alterazione del pH;
  • la demolizione del prezioso film idrolipidico, che necessita di parecchie ore per rigenerarsi.

Questo può causare numerose complicazioni per la nostra pelle come:

  • irritazioni;
  • dermatiti;
  • secchezza generalizzata.

Se non è necessario per il lavoro, è meglio lavare i capelli ogni due giorni per evitare di seccare la pelle e stimolare la produzione di sebo.

È importante fare attenzione anche alla temperatura dell’acqua, evitando di utilizzarla troppo calda, che può seccare la pelle.

Lavare il corpo a pezzi può essere un’alternativa al bagno o alla doccia prolungata, che può consumare oltre 100 o 80 litri d’acqua rispettivamente. Ridurre l’uso dell’acqua non solo aiuta l’ambiente ma può anche essere benefico per la pelle, alternando giorni di lavaggio completo a giorni con una pulizia meno intensiva.

Cosa succede al tuo corpo se ti lavi troppo spesso?

Da quanto appena scritto, sembrerebbe che fare la doccia quotidianamente sia nocivo! In base ai bisogni personali, fare la doccia o il bagno può diventare una necessità, ma se abusiamo dell’acqua – soprattutto se calda – la nostra pelle potrebbe soffrirne. Di conseguenza, è meglio evitare di fare la doccia ogni giorno. Si consiglia di lavare specifiche parti del corpo come viso, ascelle, mani, piedi e aree intime che necessitano di attenzioni e pulizia particolari.

Quante volte fare la doccia se si ha la pelle secca o sensibile? Chi ha la pelle secca e particolarmente sensibile dovrebbe evitare il contatto quotidiano con l’acqua e preferire una comoda doccia ogni tre giorni. In questo modo si rinforzeranno i fattori idratanti naturali.

Quante volte fare la doccia se si ha la pelle grassa o chi fa sport? Al contrario, chi ha la pelle grassa può fare la doccia più frequentemente. L’acqua è effettivamente utile nella purificazione della pelle che ha un’eccessiva produzione di sebo. Questo criterio si applica anche agli atleti. Al termine dell’allenamento, si deve fare una doccia per rimuovere il sudore e prevenire eventuali infezioni.

Impostazioni privacy