Come segna Lautaro Martinez? Il dato è sorprendente

Lautaro e la carica dei 101 in serie A con la maglia dell’Inter: in generale, sono già 127 le reti realizzate da quando gioca in Italia, che lo collocano all’ottavo posto nella classifica di marcatori all time dell’Inter. Il calciatore argentino, 22 centri in 23 presenze in Serie A sta trascinando i nerazzurri verso la conquista dell’attesissimo ventesimo scudetto (quello che vale la doppia stella sulla maglia) con largo anticipo. Ma come segna Lautaro?

Centravanti? No,  classico attaccante d’area di rigore

Difficile definire Lautaro Martinez un centravanti nel senso più pieno del termine. Alto 174 centimetri, non ha, per intendersi, la prestanza fisica di Haaland, ma a differenza del norvegese non è un attaccante che va esclusivamente a caccia del gol, sebbene si presenti puntuale all’appuntamento con “quota 20” da quattro stagioni consecutive. Lautaro, numeri alla mano, è il classico attaccante di manovra e d’area di rigore che gioca con e per la squadra. Basta osservarne i numeri e la vastità del repertorio. Al netto di un fisico non esattamente da corazziere, ha realizzato ben 18 reti di testa, che testimoniano un’ottima capacità di farsi trovare al posto e al momento giusto in area di rigore, dove è un pericolo pubblico.

Lautaro, un toro che incorna negli ultimi sedici metri

Lautaro Martinez gol
Immagine | Ansa

Dei 101 gol realizzati in serie A, 90, ovvero l’89%, sono stati realizzati negli ultimi sedici metri. E anche i colpi sono vari. Prevalentemente destro (60 i gol realizzati con il piede preferito), si difende benissimo anche con il piede “debole” considerando le 29 reti (28%) messe a segno. Fra l’altro è uno dei calciatori in grado di mettere a segno la tripletta perfetta: il 3 gennaio 2021 ha segnato di destro, sinistro e testa contro il Crotone. Prima di lui c’era riuscito Mauro Icardi, il 12 marzo 2017, contro l’Atalanta. Evidentemente la maglia dell’Inter ispira parecchio gli argentini.

Il grande limite di Lautaro Martinez è anche la sua forza

In una marea di numeri che collocano il centravanti argentino dell’Inter come uno dei migliori attaccanti al mondo, vi è anche un record negativo che rappresenta, sinora, anche il grande limite di Lautaro Martinez. Il centravanti argentino non è un grande calciatori di punizioni. A dire il vero, neanche ci prova, essendo l’Inter dotata di una batteria di specialisti che possono far male da qualsiasi posizione, ma appare perlomeno strano che un calciatore come Lautaro Martinez non abbia mai segnato su punizione. Nessuna rete in serie A è arrivata da calci da fermo, a conferma delle caratteristiche di un attaccante che ha come pochissimi interpreti del ruolo la capacità di staccarsi o liberarsi dalla marcatura per farsi trovare pronto all’esecuzione.

 

 

Impostazioni privacy