“Se ne innamorò”: Pistocchi e il retroscena su Vialli

Gianluca Vialli protagonista di un retroscena da brividi raccontato dal giornalista Maurizio Pistocchi: “Se ne innamorò”, dice il collega

Gianluca Vialli è rimasto nel cuore di praticamente ogni appassionato di calcio. Dai tifosi (specialmente quelli delle squadre in cui ha militato) agli addetti ai lavori, passando per colleghi ed ex compagni di squadra. Da quando ad inizio 2023 il suo cuore ha smesso di battere a causa della grave malattia che l’ha strappato troppo precocemente alla vita, ci sono tanti ricordi in sua memoria.

Vialli, spunta il retroscena
curioso retroscena su Vialli (Ansa Foto) Wigglesport

Vialli è rimasto nella memoria di tutti anche grazie al suo carattere, sempre di ottimo umore nel prendere la vita, anche quando era gravemente malato. Un vero leone intrepido in campo quanto guascone fuori.

Alcuni aneddoti della carriera dell’ex bomber li ha ricordati il noto giornalista Maurizio Pistocchi, con un post sul proprio profilo Twitter. Il collega ha voluto così omaggiare l’ex capo delegazione dell’Italia con cui ha avuto a che fare nel corso della sua carriera.

Pistocchi ricorda Vialli: “Se ne innamorò”, incredibile retroscena sull’ex bomber

Il giornalista si riferisce alla stagione 1989/90, quando dirigeva un programma che andava in onda su Italia 1, dal titolo “Settimana Gol” e ne prese parte anche Gianluca Vialli che in quegli anni era uno degli attaccanti più promettenti del panorama calcistico italiano.

Pistocchi, retroscena da brividi su Vialli
Gianluca Vialli protagonista di un retroscena raccontato da Pistocchi – (ANSA) – wigglesport.it

Oltre alle sue qualità in campo, si intravedevano già quelle da show man al di fuori del rettangolo verde di gioco. Il suo innato carisma avrebbe portato Vialli, anni dopo e una volta appesi gli scarpini al chiodo, a diventare opinionista di successo a Sky Sport. “Con Luca giorno dopo giorno s’era creato uno splendido rapporto”, ricorda Pistocchi.

“Fu così che cominciai a parlargli di Matt Le Tissier, il ‘Mago’, che a me faceva impazzire. Luca se ne innamorò“. Chi era costui? Si tratta di un ex centrocampista inglese, la cui carriera si è sviluppata in Inghilterra, specialmente al Southampton dove è stato una bandiera.

 

Pare che a Pistocchi piacesse molto e trasmise questa sua ammirazione anche a Vialli. Quest’ultimo ne parlò personalmente a Paolo Borea. Il dirigente della Sampdoria di quegli anni d’oro ne bocciò l’acquisto non per ragioni tecniche ma perché avrebbe messo in discussione il ruolo di Roberto Mancini che era il pupillo di Mantovani. Secondo Pistocchi, per questo motivo, ci siamo persi un grande calciatore in Italia.

Impostazioni privacy