Non solo Hamilton: i piloti di F1 che hanno sorpreso il mondo cambiando scuderia

Grandi cambiamenti in Formula 1 per il 2025, ma niente che non sia già successo in passato. Ecco i cambi di scuderia più traumatici di sempre

Non è una fake news, è successo davvero: Lewis Hamilton vestirà i colori della Ferrari a partire dal 2025, dopo 11 indimenticabili anni trascorsi in prima linea per Mercedes. Incredibile ma vero.

Lewis aveva solo 13 anni quando si è affacciato all’interno della scuderia tedesca per la prima volta, ed è proprio al suo interno che il sette volte campione del mondo è diventato la leggenda della Formula 1 che è oggi.

Non sarà stata sicuramente una scelta facile per Lewis, ma ci ha tenuto sottolineare che la Ferrari è il sogno di ogni pilota di Formula 1 e che per lui era arrivato il momento di coronare questo sogno.

Ecco le parole di Lewis dopo la notizia bomba:

Ho trascorso 11 anni incredibili con questa squadra e sono molto orgoglioso di ciò che abbiamo raggiunto insieme. La Mercedes fa parte della mia vita da quando avevo 13 anni. È un posto in cui sono cresciuto, quindi la decisione di andarmene è stata una delle più difficili che abbia mai dovuto prendereMa è arrivato il momento di fare questo passo e sono entusiasta di affrontare una nuova sfida

Lewis Hamilton vince con la Mercedes e fa sventolare bandiera inglese
Lewis Hamilton è sette volte campione del mondo con la Mercedes – Creative Commons Attribution 2.0 – wigglesport.it

Questa notizia è stata uno tsunami per il mondo della Formula 1, e tra i fan c’è chi si schiera contro Hamilton accusandolo di “alto tradimento alla Mercedes”, mentre altri non vedono l’ora di di vederlo correre, e possibilmente vincere, con la Ferrari.

La F1 è così, non si può mai stare tranquilli e le carte in tavola cambiano molto velocemente, così come i piloti in pista.

Scopriamo quali sono stati i cambi di scuderia più clamorosi che, ancora a distanza di anni, molti tifosi non sono mai riusciti a digerire.

I cambi di scuderia più scioccanti di sempre

Le opportunità nella vita vanno colte perché spesso i treni, o le monoposto, non ripassano due volte.

Seguendo questo principio, molti piloti nel corso della loro carriera hanno scelto di cambiare scuderia sperando di coronare il grande sogno di vincere un titolo mondiale.

Eppure, non sempre il cambiamento ha portato ai risultati sperati, vero Daniel Ricciardo?

Cominciamo proprio da lui nell’elencare i piloti che hanno deciso di cambiare scuderia in modo inatteso nel corso degli anni.

Daniel Ricciardo e l’addio alla RedBull

Daniel Ricciardo vince con la Redbull e solleva la coppa
Daniel Ricciardo e una delle sue vittorie con la RedBull – Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 – wigglesport.it

Nel 2019 il pilota australiano, famoso per la sua personalità e la sua risata contagiosa, ha deciso di abbandonare la RedBull dopo una gran bel campionato per spostarsi alla Renault.

Una decisione sicuramente molto difficile per l’amato Honey Badger. Ma, come ben sappiamo, Daniel ha commesso un errore di valutazione e si è amaramente pentito della sua scelta già a partire dalla prima gara di esordio con la Renault, quando la sua monoposto lo ha lasciato a piedi.

Tuttavia, la sua collaborazione con Renault è andata avanti fino al 2020, anno in cui Daniel è riuscito a posizionarsi quinto in classifica con 119 punti conquistati: il miglior risultato ottenuto da un pilota della Renault dal lontano 2009.

Nel 2021 ha cominciato a correre per la McLaren, ma anche qui i risultati sperati non sono arrivati.

Alla fine si torna sempre dove si è stati bene, infatti Daniel è rientrato nel 2023 tra le fila della RedBull racing come terzo pilota e nel 2024 invece correrà per Alpha Tauri.

Fernando Alonso e i suoi salti di scuderia

Fernando Alonso saluta vestito Ferrari
Fernando Alonso arriva in Ferrari – Creative Commons Attribution-Share Alike 2.0 – wigglesport.it

Correva l’anno 2007 e Fernando Alonso stava dicendo addio alla Renault tendando la sorte con la McLaren, ma non è sicuramente stato l’unico cambio di scuderia che lo ha visto protagonista, anzi, il più clamoroso è stato lo switch alla Ferrari.

Fernando Alonso ha vestito i colori Ferrari dal 2010 al 2014, un grande traguardo per il pilota che riuscì a togliersi parecchie soddisfazioni e ad affermarsi come uno dei piloti più vincenti della storia della Formula 1.

Ma la storia d’amore con Ferrari terminò con un “tradimento” di Alonso, che alla fine del 2014 si spostò di nuovo in McLaren.

Dopo un breve ritiro dal 2019 al 2021, Alonso non è riuscito a stare lontano dal brivido delle gare ed è tornato a correre in F1 con Alpine. 

Successivamente, a partire dal 2023, è passato ad Aston Martin, dove sta facendo bene nonostante i suoi 40 anni suonati, arrivando a posizionarsi addirittura al quarto posto nella classifica piloti di fine 2023 con la bellezza di 8 podi.

Sebastian Vettel: amore a prima corsa con Ferrari

Sebastian Vettel vince con Ferrari
Vettel vince con Ferrari – Creative Commons Attribution-Share Alike 4.0 – wigglesport.it

Sebastian Vettel è senza ombra di dubbio una leggenda della F1.

L’addio alla RedBull per passare in Ferrari aveva sconvolto parecchio i fan del pilota, che a partire dal 2014 entra a fare parte della scuderia di Maranello a fianco di Kimi Raikkonen.

Lui e la sua Eva (il soprannome che lui stesso ha dato alla sua monoposto) fanno grandi cose in pista e concludono il 2015 con 3 vittorie e 13 podi. Vestito di rosso Ferrari, Vettel conquista più volte il gradino più alto del podio arrivando spesso ad un soffio dal vincere il Mondiale.

Ma tutte le migliori storie d’amore finiscono e quella tra Seb e Ferrari arriva al capolinea nel 2020. In onore della sua ultima corsa su Eva, dedica una canzone al suo team del cuore attraverso l’ultimo team radio con il muretto dei box:

“Voi siete la squadra Rossa, appassionati, non vi arrenderete mai! La mia fermata sta arrivando, mi è piaciuto stare con voi. Ho sentito la vostra magia, che sensazione straordinaria. E adesso io quasi quasi dirò addio e vi auguro il meglio, di essere felici e, ancora di più, di stare bene. Grazie!”

L’unico rimpianto di Seb? Non aver mai regalato un Mondiale ai tifosi del Cavallino rampante.

Nel 2021 comincia a correre per Aston Martin con cui concluderà i suoi ultimi giri di pista nel 2022, anno del suo ritiro dal mondo delle corse.

Il suo video di addio divulgato sui social, ha provocato molti cuori infranti e lacrime…probabilmente più di quanti ne abbiano provocati tutti questi cambi di scuderia messi insieme.

 

In conclusione, possiamo dire che il mondo della Formula 1 non si ferma mai: sfreccia  a tutta velocità, e anche le sue dinamiche e i suoi equilibri interni lo fanno, prendendo direzioni spesso inattese.

Non ci resta che attendere e scoprire se la scelta di Lewis Hamilton di passare in Ferrari si dimostrerà vincente o meno.

Buona fortuna Lewis e grazie per tutto lo spettacolo che ci hai regalato a bordo della tua amata freccia argento in questi 11 anni.

Impostazioni privacy