Nadal, che regalo da Messi: un pezzo da museo

Un anno fa l’Argentina di Leo Messi tornava sul tetto del mondo dopo le vittorie del 1978 e del 1986: un successo firmato dalla “pulce” che, proprio sul finire della carriera, è riuscito a eguagliare Diego Maradona laureandosi campione del Mondo con l’albiceleste. Una impresa storica. Come la maglia indossata da Messi che è finita in un museo. E non in uno qualunque: quello di Rafael Nadal.

Il museo di Rafa Nadal: una collezione straordinaria

Il capitano della nazionale argentina, ha regalato al tennista spagnolo Rafael Nadal la maglia con il “10”, con tanto di autografo, che ha indossato agli ultimi Mondiali in Qatar. “Per Rafa, con tanto amore e ammirazione “, si legge nella dedica scritta da Messi, come fra l’altro è stato annunciato dai profili social del Museo Rafa Nadal. Un anno dopo aver vinto la Coppa del Mondo, Leo Messi ha regalato questa maglia davvero speciale. “Lo abbiamo già esposto. Vamos”.  Il vincitore di 22 titoli del Grande Slam può cosi ulteriormente arricchire un luogo già stracarico di oggetti di culto sportivi: il museo ha infatti, nel suo patrimonio, la maglia Michael Jordan, le scarpe di Usain Bolt, il casco di Sebastian Vettel, le mazze da golf di Tiger Woods, le scarpe di Cristiano Ronaldo e il costume da bagno di Michael Phelps.

Oltre ai ricordi c’è di più: una statua di Nadal

 Oltre ai ricordi però c’è di più.  Una statua raffigurante lo stesso Nadal. L’opera risale al maggio 2021, quando al tennista maiorchino è stata dedicata una statua in onore delle sue straordinarie imprese sulla terra rossa del campo centrale di Parigi. Il museo ospita una riproduzione in scala 1/10 dell’opera originale che misura circa 3 metri di altezza. L’opera gli è stata consegnata dalla direttrice del Roland Garros, l’ex numero uno del mondo Amelie Mauresmo, e da Gilles Moretton, presidente della Federazione Francese di Tennis.

2024, A caccia di nuovi pezzi da museo: in oro…

Rafa nadal 2024
Immagine | Instagram @rafaelnadal

La storia è per essere ricordata, ma il presente e il futuro sono fatti per essere vissuti. In questa ottica, vi sono già le prime date cerchiate in rosso nel 2024. In quella che dovrebbe essere l’ultima stagione della sua carriera, Nadal ha confermato la sua partecipazione alla prossima edizione del Barcelona Open Banc Sabadell oltre che al torneo di Brisbane prima degli Austrialian Open. Il tennista maiorchino, ha due grandi obiettivi: tornare a vincere e mettere una medaglia, magari d’oro, nel suo museo. Appuntamento già fissato: ovviamente, Parigi per le Olimpiadi del 2024.

Impostazioni privacy