Se non vuoi ingrassare è questo l’orario giusto per mangiare la pizza senza sensi di colpa (e non è quello che pensi!)

Se sei a dieta ma non vuoi proprio rinunciare alla pizza, leggi questo articolo e scopri come mangiarla senza sentirti in colpa

Hai letto bene: c’è un modo per concederti il piacere della mozzarella filante e il gusto unico della pizza senza sentirti in colpa per aver infranto le regole della tua dieta.

Non esiste niente di meglio che passare il venerdì sera tra amici a mangiare una buona pizza, mentre si sorseggia una birra e si guarda un film su Netflix. Lo sappiamo, abbiamo appena descritto la serata ideale, soprattutto in inverno quando fuori si gela.

E se ti dicessimo che, pur essendo a dieta, non devi per forza rinunciare a questo momento perfetto? Ecco gli accorgimenti da seguire per non ingrassare mangiando la pizza.

Si può mangiare la pizza la sera?

ragazze si divertono mentre mangiano la pizza
Immagine | Pexels – wigglesport.it

 

La sera è un momento critico per il nostro metabolismo perché tra l’orario di cena e il momento di andare a dormire non consumiamo un alto numero di calorie. Perciò i grassi, non venendo bruciati, si accumuleranno nel corpo.

Nonostante questo tasto dolente, non è vietato mangiare la pizza la sera. Infatti, l’aumento del peso non è relativo a quanto si mangia la sera, ma all’apporto calorico totale accumulato durante la giornata o, addirittura, nell’arco della settimana. Se un giorno uscirai dal seminato, sforando il fabbisogno giornaliero di calorie stabilito per gustarti una pizza per cena, basterà raddrizzare il tiro i giorni successivi per non subire nessun aumento del peso.

Parola d’ordine: equilibrio

L’equilibrio è l’ingrediente essenziale per una dieta efficace. Infatti, nonostante alcuni alimenti siano più grassi e meno sani di altri, non devono per forza scomparire dalla tua dieta. Basterà bilanciare il loro peso con dei pasti più salutari fino a raggiungere l’equilibrio perfetto per il tuo corpo.

Ad esempio, per bilanciare una pizza mangiata il giorno prima, sarà sufficiente bilanciare i pasti successivi evitando i carboidrati e optando invece per delle verdure o della carne bianca.

Consigli utili per poter mangiare la pizza di sera

Arriviamo ai consigli utili da tenere stampati in cucina e leggere ogni volta che ti viene voglia di una buona pizza fragrante:

  • Distribuisci bene le calorie durante la settimana per bilanciare il piccolo momento di piacere che ti concedi mangiandola. Programmando il momento in cui la mangerai, ti assicuriamo che la gusterai con ancora più piacere e senza sensi di colpa inutili.
  • Non aggiungere altri peccati di gola all’appello. Meglio evitare di aggiungere alla pizza degli antipasti, infatti già da sola sarà sufficiente a saziarti e a fornirti tutti i carboidrati di cui hai bisogno.
  • La pizza è meglio senza bollicine. Infatti, soprattutto se sei a dieta, è meglio mangiarla senza accompagnarla a bibite gassate. Se proprio non puoi fare a meno della combo pizza e coca cola (e ti capiamo perfettamente) opta per una coca senza zucchero o concediti solo una mezza lattina.

Ricordati che non sarà una pizzata di sera a rovinare i tuoi progressi nella dieta, anzi, potrebbe darti la carica giusta per affrontarla con più entusiasmo, regalandoti un momento di felicità. La scienza ci dice, infatti, che il cibo aiuta a migliorare il nostro umore facendo alzare i livelli di serotonina, l’ormone conosciuto come ormone della serenità e del benessere.

La pizza, quindi, sarà una bella dose di felicità che ti permetterà di proseguire con la dieta con più grinta e determinazione.

Attenzione: la pizza può provocare dipendenza

ragazza felice di mangiare una pizza
Immagine | Pexels – wigglesport.it

 

Come in ogni aspetto della vita, la moderazione è un elemento essenziale. “Mangiare poco di tutto” è sicuramente una frase che avrai già sentito molte volte, ed è vera: mangiare un po’ di tutto senza sacrificare per forza i tuoi piatti preferiti come, appunto, la pizza, aiuta a raggiungere un buon equilibrio durante la dieta. Ma non bisogna esagerare.

Infatti, mangiando pizza ogni sera o troppo di frequente, non avresti modo di bilanciare l’apporto di grassi e calorie che questo portento di pomodoro e mozzarella comporta.

Pianifica il tuo momento pizza tenendo sempre sott’occhio le calorie settimanali e potrai addentarla senza conseguenze.

Esiste una pizza dietetica?

Purtroppo no, ma ci sono degli accorgimenti che possono ridurre il quantitativo calorico della pizza. Ad esempio, il tipo di pizza fa la differenza: una quattro formaggi sarà sicuramente molto più grassa di una margherita o di un’ortolana. In più, la scelta dell’impasto integrale potrebbe essere una variante più leggera all’impasto della pizza classico.

Cerca di optare per una pizza con mozzarella fior di latte e non di bufala e, se la fai in casa, riduci la quantità di olio.

Secondo l’Accademia dei Pizzaioli è possibile stilare una classifica delle pizze in base al loro apporto calorico, eccole qui dalla più leggera alla più grassa:

  • Pizza ortolana: 260 calorie.
  • Pizza margherita: 270 calorie.
  • Pizza al prosciutto: 275 calorie.
  • Pizza quattro stagioni: 285 calorie.
  • Pizza capricciosa: 320 calorie.
  • Pizza ai quattro formaggi: 330 calorie.

 

In conclusione, da ora in poi concediti una pizza senza troppi sensi di colpa. Mettendo in pratica questi pochi accorgimenti e bilanciando la tua dieta nel modo corretto, potrai goderti una serata tra amici senza compromettere la tua linea.

Impostazioni privacy