Formula 1, monoposto troppo simili: spunta la proposta inaspettata della Federazione

Formula 1, le livree delle macchine sono davvero troppo simili: arriva l’incredibile proposta della Federazione, i dettagli.

Monoposto uguali posizione Federazione
Ferrari e McLaren in azione – Wigglesport.it

La Formula 1 sta vivendo sicuramente un momento di grande popolarità: in ogni Gran Premio, si sta registrando sempre il massimo storico di spettatori presenti all’evento. L’esplosione dei social network ha poi contribuito in maniera forte: ci sono diversi canali che trattano e parlano di F1 con grande padronanza. Nonostante il dominio Red Bull, tifosi e fan cercano sempre di acquistare biglietti per poter essere presenti durante le gare.

Il Mondiale 2024, in ogni modo, è iniziato alla grande: il divario tra i team si è assottigliato e anche la Ferrari ha ridotto e non poco il Gap (non a caso i piloti della Rossa hanno vinto una gara a testa, con Sainz trionfante in Australia e Leclerc a Montecarlo). Il mondo della F1 è comunque in continua evoluzione: la Federazione, ad esempio, lavora ininterrottamente per le prossime stagione. E già nel 2025, potrebbe esserci una novità sensazionale. A quanto pare, le monoposto sono troppo simili per i vertici che spingono per avere livree, colori e modelli diversi. Nei GP in notturna, è davvero difficile distinguere alcune macchine. Per questo motivo, è arrivata una sorprendente richiesta ai team.

Formula 1, livree troppo simili: spunta l’incredibile proposta della Federazione

Monoposto uguali posizione Federazione
Partenza del Gran Premio di Las Vegas – Wigglesport.it

Le monoposto di Formula 1 sono sempre più uguali tra di loro: il problema risiede soprattutto nella colorazione, con i team che prediligono il nero perché renderebbe la macchina più leggera. In gare in notturna, è veramente difficile riconoscere ad esempio l’Aston Martin e la Mercedes, che presentano una livrea alquanto simile. La Federazione, quindi, ha richiesto la collaborazione dei team per avere colori diversi: per il momento, la FIA non vuole regolarizzare anche questo aspetto e non vuole introdurre dure imposizioni alle squadre (a proposito, spunta un nuovo team per Carlos Sainz: qui per i dettagli).

Altro problema: riconoscere i piloti della stessa squadra sta diventando sempre più difficile. Anche i caschi indossati sono spesso simili tra loro e l’halo tende ovviamente a nascondere il tutto. Al momento, i protagonisti del Mondiale scendono in pista con i caschi scelti da loro: possibile anche in questo caso un regolamento per rendere i piloti più distinguibili. Nonostante un Mondiale combattuto ed interessante, i vertici non intendono fermarsi e stanno già lavorando per il futuro per dare così ai fan un prodotto sempre più completo.

Impostazioni privacy