Controesodo dall’Arabia: Milan e Napoli si sfidano per il Campione d’Europa

È fuggi fuggi dall’Arabia Saudita: il Napoli e il Milan duellano per assicurarsi il campione d’Europa. Ecco di chi si tratta

Non tutto è oro quel che luccica o, se preferite, i soldi sono sì importanti ma non sono tutto. L’Arabia Saudita  si sta rivelando una gabbia dorata per i tanti top player che la scorsa estate sulle orme di Cristiano Ronaldo sono sbarcati nella Saudi Pro League, il massimo campionato saudita.

il top saluta l'Arabia
addio Arabia, approda in serie A (Lapresse) Wigglesport

Altro che nuovo Eldorado del calcio! Chi si immaginava un’esperienza da mille e una notte tra milioni di euro accrediti sul conto corrente, lussi da sceicchi e impegni agonistici senza le tensioni e lo stress del calcio europeo si sbagliava di grosso.

E, infatti, non sono pochi i top player che dopo pochi mesi già si pentono di aver ceduto alle lusinghe dei petrodollari dei club sauditi, con tanto di primo ‘transfuga’: l’ex capitano del Liverpool, Jordan Henderson, ha fatto armi e bagagli per trasferirsi all’Ajax che attualmente è quinto in Eredivisie, a ben 21 punti di distanza dal Psv Eindhoven capolista.

Aymeric Laporte scontento dell’Arabia Saudita: occasione per le big di serie A?

Al momento solo l’ex capitano dei Reds ha tagliato la corda. Tuttavia, l’elenco degli scontenti della piega che sta prendendo la loro avventura tra le dune del deserto arabico è lungo e contempla nomi altisonanti: da Firmino a Karim Benzema e Sergej Milinkovic-Savic passando per Aymeric Laporte.

Ebbene, l’ex difensore del Manchester City, ora in forza all’Al Nassr, il club in cui milita Cristiano Ronaldo, nel corso dell’intervista concessa al quotidiano iberico ‘As’, si è lamentato del fatto che nel Regno saudita “prendono tutto alla leggera. L’ultimatum che puoi dare loro non ha importanza. Negozi qualcosa e poi non lo accettano dopo averlo firmato. Si prendono cura di noi, ma non abbastanza per i miei gusti“. 

Laporte Napoli Milan
Laporte scontento dell’Arabia: il Napoli e il Milan ci fanno un pensierino (LaPresse)-wigglesport.it

Motivo per il quale, come conferma l’ex difensore dei Citizens, “ci sono molti giocatori insoddisfattianche perché pure la qualità della vita lascia molto a desiderare: “Passi in macchina tre ore al giorno. Questa città è uno spreco di traffico, di tempo sprecato in macchina. I centri commerciali sono spettacolari. Ma il traffico è un punto negativo“.

Insomma, Laporte non ha nascosto la sua forte delusione per il fatto che l’avventura araba si sta rivelando molto diversa da come se l’era prefigurata tanto che tra le righe si intuisce il suo desiderio di ritornare in Europa dove “ti pagano un buonissimo stipendio ma soprattutto ti curano molto di più“.

Quindi, la nostalgia di Laporte per l’Europa potrebbe stuzzicare il Napoli e il Milan, accostate in passato all’ex difensore del Manchester City. I rossoneri e gli azzurri, certo, non possono garantirgli lo stesso stipendio che gli corrisponde l’Al Nassr ma quanto a ‘coccolare’ un calciatore, si sa, i club italiani non sono secondi a nessuno. 

Impostazioni privacy