Verstappen trema: scelto l’erede di Perez

La Red Bull è vicinissima a definire la line up del futuro e non ci sono buone notizie per Max Verstappen: ecco cosa sta succedendo

Nonostante la Formula 1 abbia corso appena più di un quarto delle gara previste dal calendario, molti team in griglia hanno già iniziato a programmare le stagioni che verranno. È il caso della Red Bull che – complice un buon vantaggio sulla concorrenza – è impegnata nella definizione della line up (la formazione di piloti) del prossimo futuro.

caos Red Bull, Verstappen non gradisce
Verstappen non gradisce il nuovo compagno – Wigglesport

Data per scontata – ma non troppo – la permanenza di Max Verstappen, le riflessioni in quel di Milton Keynes sono prevalentemente concentrate sulla situazione di Sergio Perez. Reduce da una stagione contrassegnata da alti e bassi, il messicano sta conducendo un discreto inizio di 2024, ma il suo sedile resta altamente a rischio.

I vertici della Red Bull, infatti, sembrerebbero maggiormente propensi a puntare su altri profili anziché rinnovare il contratto di Checo, in scadenza al termine dell’annata corrente.

Red Bull, Perez verso l’addio: due nomi in pole per sostituirlo. ‘Super Max’ non approva

In tale contesto, si vocifera che vi sarebbero diversi nomi sul taccuino del team Principal Christian Horner. E dalla Spagna si caldeggiano due piste in particolare: quella che porta a Carlos Sainz, pilota madrileno in uscita dalla Ferrari per far spazio a Lewis Hamilton, e quella che porta a Yuki Tsunoda, pilota giapponese appartenente al programma Red Bull ed oggi tra le fila della Racing Bulls Visa CashApp.

Dalla Spagna, però, riferiscono anche che entrambi i nomi citati non avrebbero incassato il gradimento di Verstappen. Il motivo? Sainz ha già dimostrato alla Ferrari – dove è in accesa combutta con Charles Leclerc – di non voler recitare il ruolo di scudiero. Tsunoda ha un stile di guida aggressivo nonché un carattere fumantino e, un po’ come il figlio d’arte iberico, potrebbe rappresentare una spina nel fianco per l’olandese.

Verstappen trema dinanzi all'erede di Perez
Red Bull, due nomi in pole per il dopo-Perez (Ansa Foto) – Wigglesport

Staremo a vedere se la leadership della Red Bull terrà eventualmente conto delle perplessità del tre volte campione del mondo. SuperMax, intanto, sembrerebbe essere infastidito ma non influenzato negativamente dalle voci di mercato, visto che continua a fare incetta di successi: l’ultimo – dei cinque inanellati in questo inizio di stagione – l’ha ottenuto domenica scorsa ad Imola, portando il suo vantaggio su Leclerc, secondo in classifica, a ben 48 punti di vantaggio.

Va detto che visto i recenti problemi neanche la sua permanenza in Red Bull è certa, ma intanto il suo ‘peso’ all’interno della scuderia è ancora molto importante. Soprattutto in vista del futuro.

Impostazioni privacy