Verstappen, retroscena da brividi: nessuno lo avrebbe immaginato

L’olandese ha stracciato numerosi record e ora gode di grande popolarità. Alcune persone, però, ignorano tutta la verità su di lui

Max Verstappen ha dominato la stagione 2023 di Formula 1 mettendo in bacheca il suo terzo titolo iridato dopo quelli conquistati nel biennio 2021-2022. L’olandese della Red Bull, vincitore di 19 delle 22 gare in calendario, è adesso ritenuto – a giusta ragione – un pilota paragonabile a mostri sacri del passato come Michael Schumacher o Ayrton Senna. Il suo nome è ormai sulla bocca di tutti, ma in quanti lo conoscono davvero?

Retroscena Verstappen
L’olandese è ormai una figura di grande popolarità (AnsaFoto) – Wigglesport

In effetti, di Verstappen tutti conoscono le imprese che è riuscito a compiere al volante della sua Red Bull ma in pochi sono a conoscenza di alcuni dettagli della sua vita privata. In questo pezzo ve ne proponiamo qualcuno partendo dalle curiosità che riguardano i legami familiari.

Alcune curiosità su Max Verstappen

Innanzitutto è doveroso sapere che Verstappen è nato ad Hasselt, in Belgio, ma ha scelto la nazionalità olandese poiché ha vissuto gran parte della propria vita nei Paesi Bassi. Una vita da sempre nel segno dei motori, dato che suo padre Jos e sua madre Sophie Kumpen erano entrambi dei piloti. Il primo ha militato in Formula 1 tra il 1994 e il 2003, indossando, tra le altre, le tute di Benetton, Minardi ed Arrows. La Kumpen, invece, ha gareggiato nelle serie inferiori dando filo da torcere a gente del calibro di Jenson Button, Jarno Trulli e Giancarlo Fisichella. La sua carriera, però, si è presto interrotta proprio per badare al terribile Max e alla sorella Victoria. Altra cosa da sapere è che Verstappen è attualmente fidanzato con un ragazza che, come lui, ha le corse automobilistiche nel suo DNA. Ci riferiamo a Kelly Piquet, figlia del tre volte campione del mondo Nelson.

Retroscena Verstappen
I ‘segreti’ di Max (AnsaFoto) – Wigglesport

Passando oltre le questioni familiari, arriviamo ad una chicca non di poco conto: ovvero all’episodio in cui Verstappen fu quasi bocciato all’esame della patente. Cosa successe? Durante la prova pratica non diede la precedenza ad un incrocio, facendo storcere il naso a chi era chiamato a decidere se conferirgli il titolo di guida o meno. Per sua fortuna, però, Max riuscì ad ottenere la patente spiegando che le altre macchine non erano abbastanza vicine da dover necessariamente cedergli il passo.

Giustificazione abbastanza debole, ma insomma… qualcosa che si può lasciar passare a un ragazzo. Così come l’abitudine di trascorrere diverse ore dinanzi alla PlayStation, attività che l’olandese svolge ancora oggi, come testimoniato dal team principal della Red Bull, Chris Horner.

Verstappen e il mancato approdo in Ferrari

Dulcis in fundo, vi sveliamo un retroscena relativo al percorso automobilistico di Verstappen: Max è stato vicinissimo a legarsi al Cavallino qualche anno fa, precisamente nel 2014, quando fu notato da Luca Baldisserri (ex ingegnere di pista di Schumacher) nell’ambito di un test per i giovani organizzato dalla Ferrari Driver Academy. Non è ben chiaro il motivo per cui alla fine non se ne fece più nulla, ma certo è che l’olandesino fu a un passo dall’indossare la tuta della Rossa di Maranello.

Impostazioni privacy