Valentino Rossi, scoppia il caso: “Lo hanno favorito”

Uno dei più grandi rivali in pista del fenomeno di Tavullia svela i motivi della sua decisione: la ‘colpa’ è di Valentino

Per quanto alcuni piloti si affannino a dichiarare di aver ottimi rapporti con alcuni dei loro colleghi, la natura delle corse, della competizione, del voler primeggiare, dell’adrenalina che scorre a fiumi quando si sfreccia sul rettilineo talvolta ad oltre 350km/h, impedisce ai centauri di avere dei veri e propri ‘amici’ nel paddock.

bufera su Rossi
attacco clamoroso a Vale Rossi (Lapresse) Wigglesport

Figuriamoci se poi i piloti stessi sono in lotta per il titolo mondiale. E magari, come accadde nel 2015 tra Jorge Lorenzo e Valentino Rossi, montano in sella alla stessa moto. Nel caso specifico una Yamaha. Tutti ricorderanno quanto accaduto nel 2015 quando, anche ‘grazie’ ad un’intromissione più che sospetta di Marc Marquez – che fece perdere le staffe al pilota di Tavullia – Lorenzo rimontò in classifica Valentino, impedendogli di coronare il suo sogno di laurearsi per la decima volta campione iridato.

Sebbene in quella stagione le frizioni più aspre videro come protagonisti il fenomeno italiano e il centauro di Cervera in sella alla sua Honda, i rapporti si inasprirono pesantemente anche tra lo stesso Rossi e Lorenzo. Celebre la parata tutta spagnola che accompagnò quest’ultimo nel Gp di Valencia, l’ultimo dell’anno, che consegnò a  ‘Por Fuera’ gara e titolo.

Lorenzo senza freni: “Ecco perché lasciai la Yamaha”

Valentino accusò gli iberici di aver fatto gioco di squadra, nonostante Marquez e Pedrosa, rispettivamente secondi e terzi sul traguardo davanti a Valentino quarto, non facessero nemmeno parte dello stesso team di Lorenzo. L’anno successivo fu l’ultimo a vedere Rossi e Lorenzo compagni di team. Jorge abbandonò la casa giapponese nel 2017, per motivi che, finalmente, emergono alla luce ora. Ad anni di distanza.

Uno degli argomenti trattati dall’ex pilota spagnolo nel podcast “Tengo un plan” è stato proprio il divorzio dalla Yamaha, consumatosi due anni dopo il trionfo mondiale abbondantemente rivangato. “La Yamaha non si era comportata correttamente con me nel 2015: hanno avuto una preferenza per Valentino Rossi e a Valencia si è notato bene. Per certi aspetti mi ‘disprezzavano'”, le parole forti usate da Lorenzo nel ricordo della sua decisione di cambiare scuderia.

Scoppia il caso su Valentino Rossi, che sarebbe stato favorito
Jorge Lorenzo confessa la sua verità sull’addio alla Yamaha (LaPresse) – Wigglesport.it

Scorrendo nei cassetti della memoria, ricordando quanto accadde in quegli anni, sorprendono un po’ le parole di Lorenzo. Che proprio nel 2015 non fu affatto invitato a scortare il compagno italiano verso la conquista del titolo, anzi. La Yamaha gli mise a disposizione, nelle ultime gare, una moto talmente performante da riuscire a rimontare Rossi nel mondiale, spegnendo quella che sarebbe poi stata ricordata come l’ultima grande occasione avuta da Valentino per arrivare a 10 titoli.

Impostazioni privacy