Tutti vogliono Verstappen: arriva la chiamata inaspettata

Si continua a parlare del futuro del campione del mondo: poche ore fa è arrivata una chiamata inaspettata da parte di un suo collega

A Miami non ha vinto forse solo a causa degli errori commessi dalla Safety Car che ha permesso alla McLaren di Lando Norris di tornare a vincere dopo ben tre anni. Nonostante la parziale delusione – parziale perché poche ore prima aveva superato tutti nella Sprint – Max Verstappen continua a essere il pilota da battere e di certo un Gp sfuggito per poco non lo manda in crisi.

Arriva la chiamata a Verstappen
Tutti vogliono il campione del mondo (Ansa) – Wigglesport.it

Certo, segnali importanti negli Stati Uniti ce ne sono stati, tra cui una Red Bull che per la prima volta ha sperimentato cosa significa rincorrere l’avversario e sbagliare più del dovuto (l’errore di Sergio Perez, subito dopo la partenza, è stato un unicum da questo punto di vista).

Ma al di là di questi aspetti, uno come Max ha imparato la lezione e tra due settimane in quel di Imola cercherà di imporsi di nuovo. A tenere banco nel frattempo è anche il futuro del campione olandese, dato che i noti problemi sorti all’interno della Scuderia fanno ancora parlare di se.

Futuro Verstappen, Russell lo chiama alla Mercedes: indizio di mercato?

Che uno come George Russell, da sempre il pallino di Toto Wolff, abbia voglia di riportare le Frecce d’argento lì in alto dove meritano di stare, è un qualcosa di molto noto. Del resto, il pilota inglese ha questo obiettivo, ovvero riportare ai fasti di un tempo una Scuderia che ha dominato gli anni ’10 del nuovo secolo grazie alle imprese di Lewis Hamilton, compagno dello stesso Russell da ben tre stagioni.

Russell chiama Max in Mercedes
Russell “chiama” Verstappen (Ansa) – Wigglesport.it

Il pilota inglese poche ore fa ha espresso il suo apprezzamento per il potenziale arrivo in Mercedes di Max Verstappen, un campione che conosce molto bene, affermando al contempo di ritenere sana la competizione che permette ai piloti di crescere.

Secondo Russell, l’arrivo dell’olandese sarebbe straordinario, ma per il momento rimane un’indiscrezione di mercato che potrebbe diventare più concreta nei prossimi mesi, come ha del resto confermato anche il team principal della Mercedes a margine del Gp di Miami. “Sono totalmente a favore (del suo arrivo ndr). Arrivare in Mercedes nel 2022, subito dopo gli anni leggendari di Lewis e le sue vittorie, è stata una sfida enorme per chiunque“, ha detto Russell. “E devi competere contro i migliori per dimostrare di cosa sei fatto”.

 

Impostazioni privacy