Tragedia nel mondo dello sport: era un’icona

Ennesimo straziante lutto nel mondo dello sport: ci ha lasciati un’icona che ha fatto la storia dello sport

Si dice che la morte abbellisca coloro che colpisce e che ne esageri le virtù ma è piuttosto è la vita che li maltrattava“, questa acuta osservazione dello storico Jules Michelet si addice in particolare agli sportivi.

Tragedia sport icona
Altro lutto nel mondo dello sport (Ansa)-wigglesport.it

Ogni qual volta che uno sportivo ci lascia – nel fiore degli anni o in età avanzata – infatti, il cordoglio si accompagna a espressioni che lo dipingono come il più grande, un’icona, ecc. Per carità, in molti casi non sono un’esagerazione dettata dall’emotività del momento e dal dolore per la scomparsa di uno sportivo con le cui imprese siamo cresciuti.

Eppure, talvolta è forte la sensazione che nel ricordare gli sportivi appena passati a miglior vita si voglia tributare loro quei riconoscimenti e quelle gratificazioni che non hanno ottenuto nelle loro carriere. Ma in alcuni casi scomodare la storia è addirittura riduttivo come per il grande Antonio ‘Totonno’ Juliano, che ci lasciati pochi giorni fa, bandiera e storico capitano del Napoli, e per un altro grande dello sport che è volato in cielo.

È morto Amedeo Salerno, una vera icona dello sport

Altro straziante lutto nel mondo dello sport: all’età di 95 anni si è spento Amedeo Salerno, storico presidente del Coni Napoli. Nato a Napoli il 4 giugno del 1928, Amedeo Salerno ha dedicato tutta la sua vita allo sport:  è stato il Presidente della Partenope Napoli, società di pallacanestro che sotto la sua guida vinse la Coppa Italia nel 1968 e la Coppa delle Coppe nel 1970.

Notevole il suo contributo anche in qualità di dirigente federale: a lui si deve l’ideazione della Serie A2 di basket, nata nel 1974. È stato anche vicepresidente della Federazione Italiana Pallacanestro, con tanto di  organizzazione degli Europei assoluti nel 1969, considerati uno dei maggiori eventi sportivi a Napoli prima delle Universiadi del 2019. Successi che gli hanno spalancato, nel 2010, le porte dell’Hall of Fame del basket italiano in qualità di benemerito.

Morto Amedeo Salerno
È morto Amedeo Salerno, una vita per il basket (LaPresse)-wigglesport.it

Tantissimi i ricordi di chi ha conosciuto o ha lavorato con Amedeo Salerno, molto stimato nel mondo dello sport campano che ha contribuito a costruire e a valorizzare. Tra quanti hanno espresso il proprio cordoglio, anche il giornalista Marco Lobasso, autore insieme a Carlo Zazzera della biografia di Amedeo Salerno “Presidente gentiluomo. Amedeo Salerno, una vita per lo sport”, data alle stampe nel 2021, con un post sul suo profilo Facebook:

CIAO PRESIDENTE. Amedeo Salerno, uno dei più grandi dirigenti sportivi di Napoli, ci ha lasciati. Aveva 95 anni. E’ stato bello essere uno dei suoi giornalisti prediletti. Tanto da scrivere insieme la sua biografia, insieme con Carlo Zazzera, nel 2021, dandomi fiducia con il mio marchio editoriale. Quanti Grazie ora dovrà avere il Presidente gentiluomo dal suo amato Sport”.

Sta per terminare un anno maledetto per lo sport, con tanti sportivi, leggende, campioni e dilettanti, che sono andati via fisicamente ma che di sicuro rimangono nella mente e nel cuore di chi lo sport lo ama, lo segue e lo rispetta.

Impostazioni privacy