Tennis, Sinner batte un altro record: è il primo della storia

La straordinaria vittoria contro Novak Djokovic nella prima semifinale degli Australian Open ha permesso a Sinner di entrare nella storia

Gli aggettivi sono ormai finiti. Le speranze di assistere al compimento di quello che sarebbe un vero capolavoro no: quelle sono più vive che mai. Jannik Sinner è andato oltre le più rosee previsioni sul suo conto dominando la semifinale di Melbourne contro Sua Maestà Novak Djokovic, assicurandosi così un posto per l’ultimo atto dell’Happy Slam di inizio stagione. Poi la favola si è completata, Jannik ha ribaltato la sfida contro Medvedev ed ha conquistato il primo Slam in carriera, un titolo che mancava in Italia dal 1976, i tempi di Adriano Panatta.

Ennesimo record per Jannik Sinner: è stato il primo a riuscirci
Jannik Sinner, il trionfo in semifinale lo ha fatto entrare nella storia (LaPresse) – Wigglesport.it

La vittoria contro il fuoriclasse serbo – che alle precedenti 10 semifinali alla Rod Laver Arena aveva fatto seguire altrettante vittorie – non è un qualcosa che si può archiviare tanto facilmente comunque.

Perché, a conti fatti, rischia di segnare il vero passaggio di consegne non solo dal campione di Belgrado ai suoi più giovani rivali – categoria alla quale appartiene con i dovuti galloni il tennista altoatesino – ma dal dominio dei Big Three (lo stesso Djokovic, Federer e Nadal) alle generazioni successive. A qualcosa che è ‘altro’ dalla triade che ha dominato la scena negli ultimi 20 anni. Sinner per molti è il futuro di questo sport.

Potremmo facilmente sciorinare un dato che fotografa alla perfezione l’impresa dell’allievo di Simone Vagnozzi al cospetto del 24 volte campione Slam: Sinner non ha concesso nemmeno una palla break al suo rivale. È la prima volta in assoluto che questo accade nell’intera carriera del serbo nei tornei Major. Incredibile ma vero.

Sinner entra nella storia: cade un record

Considerando che già l’altra semifinale vedeva impegnati Alexander Zverev e Daniil Medvedev, si attendeva con ansia il verdetto della sfida tra l’azzurro e lo slavo per capire se, dopo 19 anni, la finale di Melbourne avrebbe visto come protagonista almeno uno del triumvirato dominante del tennis mondiale.

Ebbene, la risposta la conoscete già. Sinner ha impedito che la striscia continuasse. Jannik è stato colui che, almeno a livello di Australian Open, ha interrotto la partecipazione consecutiva di uno tra Nole, Roger e Rafa all’ultimo atto.

Ennesimo record per Jannik Sinner: è stato il primo a riuscirci
Djokovic s’inchina a Sinner: il record è caduto (LaPresse) – Wigglesport.it

Forse nemmeno lo stesso campione altoatesino si rende ancora conto della portata di una simile impresa. Come se non bastasse aver messo in cascina la quarta vittoria – di cui una in doppio – negli ultimi cinque incontri disputati contro Djokovic, Sinner ha completato la pratica superando Medvedev e conquistando il primo Slam in carriera. 

Il futuro sembra essere tutto dalla sua e questo record lo dimostra. L’era dei big Three è ormai vicina a giungere al termine, Jannik Sinner è pronto a cominciare la sua era.

Impostazioni privacy