Stangata pesantissima: niente iscrizione alla Serie A

Il club italiano rischia grosso e potrebbe avere difficoltà l’anno prossimo a iscriversi al campionato: ecco il motivo 

La situazione sul piano economico è talmente delicata che è finita nel mirino della giustizia e ora la società potrebbe rischiare addirittura di non iscriversi al prossimo campionato. Un rischio che una squadra che sta andando forte in Serie B non può affatto permettersi. Il calcio italiano vive una nuova drammatica tempesta.

Stangata pesantissima: a rischio l'iscrizione in Serie A
Stangata pesantissima per lo storico club italiano (LaPresse) – Wigglesport.it

Infatti la recente presa di posizione della Fifa ha preso di mira nientemeno che una delle migliori squadre della Serie B, il cui cammino attuale nella serie cadetta sta andando molto bene. Solo Parma (primo in classifica e lanciatissimo verso la promozione diretta nel massimo campionato), Como e Cremonese stanno facendo meglio.

Stiamo facendo chiaramente riferimento al Venezia, squadra che mai come quest’anno sembra avere tutte le carte in regola per giocarsi la qualificazione fino alla fine. Tuttavia, mentre la squadra di Vanoli viaggia a ritmi importanti, la società in mano a una cordata statunitense sta facendo i conti con una serie di penalità inflittegli dalla Fifa per il mancato pagamento di due rate.

Serie B, Fifa contro il Venezia: a rischio l’iscrizione al prossimo campionato

Arrivano brutte notizie per il Venezia: la Fifa ha deciso di intervenire massicciamente contro il club veneto perché quest’ultimo avrebbe violato alcuni parametri del Fair Play Finanziario. A rischio non solo l’iscrizione al prossimo campionato, ma la massima autorità calcistica mondiale ha pensato di infliggere un ban ai veneti per tre sessioni di calciomercato. In caso di promozione in Serie A, il club insomma non avrà quindi la possibilità di migliorarsi dal punto di vista dei calciatori e quindi sognare un ritorno nella massima serie nel modo migliore possibile.

A questo si aggiunge anche il fatto che al club potrebbe essere impedita l’iscrizione al prossimo torneo. Secondo quanto riporta Trivenetogoal.it, il motivo di questa presa di posizione ha a che fare col mancato pagamento da parte dei veneti di due rate: una riferita all’acquisto del centravanti francese Thomas Henry, oggi in forza al Verona, e un’altra al centrocampista Michael Cuisance, calciatore attualmente in prestito all’Osnabrük, acquistato dal Bayern Monaco nel 2022. Insomma i veneti sono alle prese con un caso piuttosto delicato, oltre che complicato.

Fifa contro il Venezia: il motivo
Venezia: a rischio l’iscrizione al prossimo campionato (LaPresse) – Wigglesport.it

Le due rate rimanenti dovranno essere pagate entro il prossimo mese di giugno, pena la mancata iscrizione al prossimo campionato. Uno scenario questo che chiaramente il club arancioneroverde vorrà evitare a tutti i costi.

Impostazioni privacy