Spalletti, l’esempio di Sinner e zero punti di forza: Zaniolo distrutto

Spalletti, l’esempio di Jannik Sinner e nessun punto di forza: Nicolò Zaniolo fatto a pezzi. Ecco tutti i dettagli

Non ingannino la flemma da vecchio saggio e i sofismi da filosofo del calcio di Luciano Spalletti. Il Commissario tecnico della Nazionale, da buon toscanaccio, non le manda a dire, in primis ai suoi ragazzi con i quali usa il bastone e la carota.

Zaniolo Spalletti Sinner nessun punto di forza
Zaniolo fatto a pezzi: Sinner come modello e nessun punto di forza (LaPresse)-wigglesport.it

Insomma, l’ex tecnico del Napoli non è abituato a blandire i calciatori che allena per farseli amici e portarseli dalla sua parte ma li sferza, li pungola, li responsabilizza mettendoli di fronte ai loro errori, in campo e fuori dal campo. Lo ha fatto anche ai microfoni di Sky a margine del Gran Galà del calcio italiano dove è stato premiato per lo scudetto vinto sulla panchina del Napoli.

Interpellato sui possibili convocati per gli Europei, cui la Nazionale italiana si è qualificata grazie anche al cadeau dell’arbitro del decisivo match contro l’Ucraina (rigore abbastanza netto negato agli ucraini), il Ct si è focalizzato non su schemi e tattica bensì su un concetto che vorrebbe che fosse chiaro sia a chi già veste la maglia Azzurra sia a chi ambisce a farlo: “Va desiderata prima e onorata come un oggetto sacro. Mi spiace che non tutti i calciatori abbiano chiaro cosa vuol dire una cosa del genere“.

Zaniolo distrutto: “Non ha alcun particolare punto di forza”

Nel colloquio con il ‘Corriere della Sera’, invece, ha ribadito un altro concetto chiave della sua cultura sportiva additando Jannik Sinner come modello dello sportivo che non sciupa il proprio talento con l’indolenza e con comportamenti da primadonna. Per il Ct di Certaldo, che conosce la fatica sia dei campi coltivati sia di quelli di calcio, il talento non basta per raggiungere la vetta se non è sostenuto dalla disciplina, dalla disponibilità al sacrifico e dalla costanza negli allenamenti: “Perché tutti vogliono bene a Jannik Sinner? Perché in quel ragazzo, nel suo gioco e nei suoi risultati, si vede il segno della fatica, delle ore spese per migliorarsi“.

Insomma, saranno fischiate le orecchie a Nicolò Zaniolo visto che Spalletti, che lo considera un calciatore talentuoso – come rivelato dallo stesso Ct della Nazionale – lo contatta al telefono per cercare di fargli entrare in testa un concetto chiaro ma cruciale: “A volte ha delle attrazioni che non gli fanno bene come abitudine. Averne di corrette ti dà più forza nel lavoro e aiuta a migliorarsi. Il potenziale c’è, è un peccato non metterlo a frutto per salire di livello“.

Zaniolo Whoscored nessun punto di forza
Whoscored: “Zaniolo non ha alcun punto di forza” (LaPresse)-wigglesport.it

E come se bastasse la bacchettata dell’ex tecnico del Napoli, a stretto giro è arrivata la sonora bocciatura da parte dell’autorevole sito inglese di statistiche ‘Whoscored’ che ha pubblicato un post su ‘X’ con il quale ha fatto a fettine l’ex giallorosso sottolineando che non ha alcun particolare punto di forza.

Non è un proprio un buon momento, dunque, quello che sta attraversando Zaniolo che, oltre a fare fatica in Premier League (fin qui zero gol e zero assist in 17 apparizioni con la maglia dell’Aston Villa), prende schiaffi in faccia da tutte le parti.

Impostazioni privacy