Sorpresa Sinner, l’annuncio in diretta spiazza i fan

Sinner continua a stupire il pubblico italiano e non solo: l’annuncio inaspettato ha spiazzato il popolo del tennis

Uno di essi, per ovvie ragioni, spettava a lui. Ma Jannik Sinner, ancora impegnato ad Alicante e alle prese con la preparazione atletica, non ha potuto ritirare personalmente il Collare d’oro al merito sportivo, la massima onorificenza sportiva concessa dal Comitato Olimpico Nazionale.

Sinner dichiarazioni Binaghi
Sinner tornerà in campo all’Australian Open (LaPresse) – Wigglesport.it

La sua assenza, nella palestra monumentale del Foro Italico, era annunciata già da tempo. In qualche modo, però, l’altoatesino c’è stato comunque, considerando che è letteralmente sulla bocca di tutti. Tant’è che a lungo si è parlato di lui durante la cerimonia di premiazione, alla quale erano presenti gli altri atleti azzurri insigniti dal Coni di questo prestigiosissimo titolo.

Un’attenzione speciale è stata riservata al tennis, visto che il 2023 è stato l’anno dell’impresa a lungo attesa e sognata: la vittoria della Coppa Davis. In rappresentanza della Federazione italiana di tennis e padel c’era, ovviamente, il suo massimo dirigente, vale a dire il presidente Angelo Binaghi, accompagnato dal capitano della Nazionale Filippo Volandri. E’ stato proprio Binaghi, come ampiamente prevedibile, a parlare del “suo” gioiello più prezioso, Sinner.

Sinner non si ferma mai: il meglio deve ancora venire

Binaghi, grande estimatore di Jannik, ha naturalmente speso delle parole molto lusinghiere nei riguardi del campione altoatesino. E non ha fatto mistero di riporre grandi aspettative nella prossima stagione e di essere certo che, sebbene abbia già fatto cose inenarrabili, il meglio debba ancora venire.

Sinner dichiarazioni Binaghi margini di miglioramento
Jannik Sinner è uno degli atleti vincitori del Collare d’oro al merito sportivo (Ansa) – Wigglesport.it

 Confermarsi nei primi quattro – queste le parole del presidente della FITP – in uno sport altamente competitivo, è difficilissimo. È da qualche anno che dico che Sinner ha margini di miglioramento elevati. Serve ancora un po’ peggio degli altri, deve sistemare la percentuale di prime palle e fisicamente, negli Slam, ha margini di miglioramento. È più acerbo degli altri. Ma questo, se rappresenta un limite nel breve periodo – è qui che intendeva andare a parare il presidente – può essere un vantaggio nel medio-lungo periodo“.

Solo il tempo ci dirà se Binaghi avrà ragione o meno, ma non possiamo non sperarlo. Se così fosse, infatti, significherebbe che Jannik deve ancora tirare fuori il meglio di sé e che i big del circuito maggiore, di conseguenza, non avrebbero la benché minima possibilità di farcela contro di lui. Se e quanto sia cresciuto lo scopriremo, in ogni caso, agli Australian Open, la prima vera prova del nove di una stagione che sarà decisiva sotto tutti i punti di vista.

Impostazioni privacy