Sorpresa Sinner, il paragone lascia di stucco: è davvero assurdo

Una vecchia gloria del tennis che fu si lancia in un paragone più che lusinghiero su Jannik Sinner: tifosi senza parole

Non si fa altro che parlare di lui. E ci mancherebbe anche altro. Jannik Sinner da San Candido è la superstar del momento nel circuito ATP. I record, assoluti e personali, battuti dal tennista altoatesino grazie alle performances all’Abn Amro di Rotterdam non sarebbero potuti passare inosservati. Tanto meno a colui che del torneo olandese ne è il direttore.

Sinner, che sorpresa: paragone assurdo
Jannik Sinner, arriva il paragone impegnativo (LaPresse) – Wigglesport.it

Unico tennista orange della storia a vincere un Major – Wimbledon, nel 1996 – Richard Krajicek ha rilasciato un’intervista a ‘La Gazzetta dello Sport’ poco dopo la conclusione della fortunata kermesse. Inutile dire che la presenza del talento altoatesino, un habitué del torneo, ha nobilitato il tutto. L’ex campione ha ammirato coi propri occhi gli straordinari progressi, che sembrano non arrestarsi mai, di colui che per molti è già da considerare il tennista italiano più forte di tutti i tempi.

Se qualcuno, soprattutto coloro che hanno visto dal vivo Pietrangeli o Panatta, potrebbe storcere la bocca di fronte ad una definizione magari ancora frettolosa – ma supportata assolutamente dai numeri – chissà cosa diranno i fans di un’assoluta leggenda del tennis americano. Perché proprio a questo campionissimo statunitense è stato paragonato il nostro Jannik dall’ex campione olandese.

Krajicek lascia tutti di stucco: che paragone per Sinner

Il 52enne nativo proprio di Rotterdam ha esaltato il percorso del 22enne altoatesino, sottolineando che sia indicativo come l’italiano abbia battuto proprio un anno fa un Top 3 e che 12 mesi dopo sia salito lui stesso sul podio dei 3 migliori giocatori del mondo. Poi, Krajicek ha individuato i momenti topici che hanno contrassegnato l’esplosione di Sinner.

La partita di Vienna in finale con Medvedev e il match in Davis contro Djokovic, dove ha vinto dopo aver annullato 3 palle decisive, sono state fondamentali per la vittoria dello Slam. Sinner lo paragono ad Andre Agassi e forse proprio per questo hanno voluto Darren Cahill – ex coach di Andre, ndr – nello staff“, ha dichiarato.

Sinner, che sorpresa: arriva il paragone assurdo
Jannik Sinner, l’ex gloria olandese lo riempie di elogi (LaPresse) – Wigglesport.it

Penso che a parte Djokovic e Alcaraz – ha proseguito l’olandese – non ci siano in questo momento giocatori in grado di battere Sinner. Ovviamente se è in salute e in forma. Presto lui e lo spagnolo saranno pronti a dividersi il circuito e gli Slam“, ha sentenziato Krajicek. Probabilmente neanche il timido ma letale campione azzurro si sarebbe mai aspettato che qualcuno – e non certo l’ultimo arrivato – si potesse spingere in un paragone così impegnativo. Sta ora a Jannik confermare le enormi aspettative che tutti, nessuno escluso, ripongono ora nei suoi confronti.

Impostazioni privacy