“Sono preoccupato”, rivelazione drammatica su Djokovic: l’ex campione svela tutto

Arriva una rivelazione a sorpresa su Novak Djokovic, un ex campione del mondo del tennis si dice preoccupato per il serbo

Nonostante la sconfitta patita da Jannik Sinner agli Australian Open, in semifinale, Novak Djokovic è ancora il numero uno del mondo. Il campione 36enne è stato battuto piuttosto nettamente in quattro set dall’azzurro, che ha confermato una crescita notevole, riuscendo a sconfiggerlo finalmente anche in un torneo del Grande Slam. Nei fondamentali appuntamenti dei prossimi mesi, il serbo dovrà rintuzzare gli assalti dell’azzurro e non solo.

Preoccupazione per Djokovic, l'annuncio
Arrivano dichiarazioni cariche di ansia su Novak Djokovic (fonte: © LaPresse) – Wigglesport.it

Piuttosto vicino a lui, in classifica, Carlos Alcaraz. E anche Daniil Medvedev, in ottica vetta del ranking potrà dire la sua. Per adesso, Djokovic si gode un po’ di vacanze e a quanto pare non tornerà in campo per il mese di febbraio. Il suo rientro è previsto direttamente per il doppio Masters 1000 americano, quello di Indian Wells e quello di Miami, a marzo, un doppio appuntamento che metterà in palio punti pesantissimi, prima della stagione europea sulla terra rossa.

Di sicuro, rispetto a un po’ di tempo fa, la battaglia in vetta al ranking ATP è piuttosto aperta a ogni soluzione. E i prossimi scenari potrebbero vedere, effettivamente, un avvicendamento tra lui e qualcuno degli inseguitori, che sembrano pronti a prendere il suo posto.

Djokovic, arriva l’avvertimento da Roddick: “In arrivo delle ripercussioni”

Di lui, ma non solo, ha parlato il celebre ex tennista Andy Roddick. Oggi 41enne, l’ex numero uno del mondo e vincitore degli Us Open nel 2003, si è espresso in questi termini nel suo personale podcast “Served with Andy Roddick”: “Sono un po’ preoccupato per Djokovic e dal suo confronto con la nuova generazione”.

Roddick su Djokovic e Sinner
Novak Djokovic, il suo regno è vicino alla fine? (fonte: © LaPresse) – Wigglesport.it

Roddick ha spiegato ulteriormente la sua sensazione: “In Australia ha fatto un po’ fatica, la sconfitta con Sinner, non la prima negli ultimi scontri diretti, potrebbe avere delle ripercussioni. In lui ora c’è la consapevolezza di non essere più imbattibile”.

Per l’italiano, invece, sono arrivati elogi a raffica: “Mi sembra di impazzire quando lo guardo, fa delle cose che non hanno alcun senso. Sinner colpisce in modo aperto, nei suoi colpi, come se fosse sempre in una sorta di difesa, poi però tira fuori dei missili dal nulla e li manda lungo la linea. E’ pazzesco osservare questi nuovi tennisti, super in forma e che giocano bene su entrambi i lati del campo, riuscendo a colpire in maniera efficace in qualsiasi modo”.

Impostazioni privacy