Sinner, un crollo senza precedenti: e Alcaraz gongola

Il tennista italiano è sulla bocca di tutti dopo la vittoria a Melbourne e ora deve fare i conti con un crollo inaspettato: anche Alcaraz gongola di questo

Sinner è rimasto numero 4 del mondo dopo aver portato a casa gli Australian Open, ma il sogno di scalare la classifica ATP diventa sempre più concreto. Saranno decisivi i risultati nei prossimi tornei Master 1000 e il Roland Garros a Parigi. Il torneo parigino è il prossimo Grande Slam e l’azzurro ha grandi ambizioni.

Un crollo inaspettato per Sinner
Jannik Sinner deve fare i conti con un crollo inaspettato (WiggleSport – ANSA)

Sono state giornate movimentate quelle vissute in questa settimana da Jannik Sinner. Il tennista italiano è rientrato da Melbourne martedì, con la coppa degli Australian Open e poi subito via verso Palazzo Chigi e l’incontro con la Premier Giorgia Meloni. Tra abbracci e sorrisi, il 22enne di Sesto ha raccolto tutto l’affetto e l’orgoglio di chi lo ha visto e sostenuto da casa. Un’impresa la sua di certo non banale, visto che mai nessun azzurro era mai riuscito a vincere nel primo Slam dell’anno.

Di strada da fare ce n’è ancora tanta, specie per chi come lui non si accontenta di un successo, ma vuole aggiungerne altri. Il presidente della Federazione Italiana Tennis, Binaghi, è stato chiaro su cosa serve in questo momento al gioiello dell’Alto Adige: protezione, da tutto, media compresi. Di certo non può che avergli fatto piacere quindi la scelta di Jannik di rinunciare alla presenza al Festival di Sanremo. Ci sono gli allenamento da riprendere e un percorso che è ancora lungo e che dovrà portarlo a scalare la classifica ATP. Questo è il prossimo obiettivo che si è prefissato e che resta ampiamente alla sua portata.

Sinner, il prossimo grande obiettivo è il Roland Garros: il favorito a Parigi resta Alcaraz

Per guadagnare tanti punti nel ranking Sinner dovrà fare benissimo nei due Master 1000 in terra americana. Si perché a Indian Wells e Miami lo scorso anno raggiunse una semifinale e una finale, mostrandosi già in grande ascesa. I punti da difendere sono tanti da qui al Roland Garros, che ora diventa un obiettivo credibile.

Il torneo parigino però sembra essere un obiettivo poco credibile per i bookmakers che vedono gli altri abbastanza favoriti.

Alcaraz gongola per il crollo di Sinner
Alcaraz rimane il grande favorito (WiggleSport – ANSA)

Sulla terra rossa francese, Jannik conquistò il primo Quarto di Finale in uno Slam, nel 2020, quando venne battuto da un immenso Nadal. Da lì di strada ne ha fatta e ora si ripresenterà a Parigi con la voglia di primeggiare. Secondo le quote antepost proposte dai vari bookmaker, Sinner ha ottime chance di poter alzare al cielo anche il trofeo del secondo Slam dell’anno. Per Eurobet si gioca a 5,50, come quarto favorito, alle spalle di Alcaraz (2,50), Novak Djokovic (3,25) e Rafa Nadal (5).

Secondo William Hill invece, la quota di Sinner è leggermente più alta, ovvero 6,50, alle spalle di Carlos Alcaraz (2,37), Novak Djokovic (3,25) e Rafael Nadal (5). 

Impostazioni privacy