Sinner tra i migliori, il dato non lascia dubbi: guida Rafa Nadal

Il campione altoatesino continua a stabilire primati su primati dopo ogni vittoria: nella speciale classifica è tra i migliori di sempre

Uragano Sinner. Anche ad Indian Wells, il prestigioso Masters 1000 al termine del quale – in base al risultato che otterrà rispetto al cammino di Carlos Alcaraz – potrebbe diventare ufficialmente il nuovo numero 2 del ranking mondiale, il campione altoatesino sta facendo parlare di sé.

Anche in una nuova veste, se avete avuto la fortuna di vedere il match di doppio ben giocato, ma perso, in coppia con Lorenzo Sonego.

Il dato su Sinner non lascia spazio a dubbi: dopo Nadal e Djokovic c'è lui
Jannik Sinner, altro dato che certifica la sua grandezza (LaPresse) – Wigglesport.it


I due azzurri, sempre sereni, sorridenti e complici ad ogni cambio campo e anche tra un punto e l’altro, hanno fatto il massimo contro la collaudatissima coppia formata da Horacio Zeballos e Marcel Granollers.

Una sconfitta onorevole, che nulla toglie alle credenziali della magica coppia di Malaga, che avanza la sua forte candidatura per rappresentare l’Italia ai Giochi Olimpici di Parigi 2024.

Tornando però al tabellone che maggiormente interessa il nativo di San Candido e i suoi tifosi, quello del singolare, Jannik è ancora  in corsa. Eccome se lo è. Dopo aver strapazzato, nel match di esordio, l’australiano Thanasi Kokkinakis, nella partita successiva Jannik ha regolato senza troppi problemi anche il tedesco Jan-Lennard Struff, lasciando le briciole al suo avversario.

Le due vittorie ottenute finora sul cemento dell’Indian Wells Tennis Garden hanno aggiornato le già scintillanti statistiche dell’altoatesino. Che ormai, dopo ogni match, mette una tacca su un nuovo primato.

Sinner è già nei Big Three: il dato non mente

In attesa dell’interessantissimo match di ottavi di finale contro l’astro nascente del tennis americano (quel Ben Shelton che è uno dei soli due tennisti capaci di battere Sinner da ottobre in poi), diamo uno sguardo ai nuoci record del 22enne azzurro.

17 vittorie di fila nel circuito ATP; 34 affermazioni negli ultimi 36 incontri disputati, testa dell’ATP Race mantenuta al di là del cammino al BNP Paribas Open. Tutto qui? Ma certo che no.

Il dato su Sinner non lascia spazio a dubbi: dopo Nadal e Djokovic c'è lui
Jannik Sinner, il bilancio nei Masters 1000 è da record (LaPresse) – Wigglesport.it

Jannik è infatti ancora imbattuto dall’inizio del 2024, ed è in piena corsa per scalzare Carlitos Alcaraz dalla seconda piazza del ranking. Ma c’è ancora dell’altro. Una statistica puntualmente riportata da OptaAce che certifica la grande costanza dell’eroe di Malaga.

Il suo appartenere veramente all’elite del tennis mondiale. Basta leggere, del resto, i nomi degli illustri colleghi che gli fanno compagnia nel resoconto evidenziato dal portale esperto di statistiche.

Nel XXI secolo soltanto due giocatori, che si chiamano Rafa Nadal e Novak Djokovic, hanno fatto meglio di Jannik Sinner nei primi 75 match giocati nei Masters 1000. Perfino Roger Federer ha una percentuale di vittorie inferiore all’azzurro in questa specifica categoria. Una statistica da brividi.

Impostazioni privacy