Sinner sotto accusa: il motivo è assurdo

Jannik Sinner è il tennista numero tre al mondo ma è molto spesso bersaglio di feroci critiche, sui social e no, stavolta il motivo va oltre l’assurdo

Il nostro Jannik Sinner ci sono volte in cui è meno nostro. Lo è stato, o meglio non lo è stato, per esempio, a ottobre quando ha deciso di saltare la tappa precedente alla finale di Coppa Davis, non lo è stato quando alle Olimpiadi di Tokyo non si è impegnato come avrebbe dovuto e ha dato forfait.

La nuova accusa a Sinner è assurda
Sinner viene criticato per una ragione incredibile (LaPresse) – wigglesport.it

Non è lo stato, insomma, quando ha, secondo molti, girato le spalle agli azzurri, ma anche all’Italia, in cui si è precisato che non paga manco le tasse, dato che ha la residenza a Monte-Carlo. Cattiverie a cui il tennista numero tre al mondo, fortunatamente, non dà molto peso – per quanto riguarda la sua residenza fiscale, ne ha parlato nella conferenza stampa dopo aver vinto gli Australian Open: ci si trova bene ed è pieno di tennisti come lui, non è solo perché si pagano meno tasse.

Ma anche cattiverie che non sono finite, anche se adesso il motivo ha dell’assurdo. Sinner, infatti, è stato preso di mira sui social perché, sempre sui social, non ha fatto i complimenti a Jasmine Paolini, che ha vinto il suo primo Masters 1000, a Dubai, qualche giorno fa.

Jannik Sinner, esplode il caso social

Nella lunga schiera di personaggi del mondo della racchetta che si sono congratulati tramite (soprattutto) le storie di Instagram con la tennista salita da lunedì al numero 14 del ranking Wta, infatti, è mancato all’appello proprio Sinner. Tra un Matteo Berrettini, una Flavia Pennetta, un Fabio Fognini e una Tathiana Garbin, non è sfuggito ai più attenti che mancava proprio il classe 2002.

La nuova accusa a Sinner è assurda
Sinner ha deciso di non farsi notare, nonostante il successo della Paolini (LaPresse) – wigglesport.it

Se chi ha puntato il dito contro di lui, come sempre, però fosse stato più attento a quello che ha detto il terzo tennista al mondo dopo il trionfo di Melbourne saprebbe che, però, a lui non piacciono così tanto i social network. E anzi, sta cercando di utilizzarli il meno possibile – l’ultimo post, manco pubblicato da lui, risale al 20 febbraio ed è un’intervista a Vanity Fair, pubblicato dal magazine di moda.

Piuttosto, è molto probabile che a Paolini, l’altoatesino, i complimenti glieli abbia fatti senza bisogno di farlo sapere a tutti, e chissà magari insieme potrebbero presentarsi in un doppio misto alle Olimpiadi di Parigi. E magari vincere, per fugare ogni dubbio, ancora una volta, che Sinner è proprio il nostro Sinner.

Impostazioni privacy