Sinner domina, altro che Djokovic: il dato è palese

Sinner guida, Djokovic insegue: dato inequivocabile quello che testimonia il dominio del tennista altoatesino

Una partita passata alla storia all’interno di un torneo semplicemente perfetto: Sinner, nel cammino verso la vittoria del suo primo Australian Open, ha dovuto fare i conti in semifinale con Djokovic. Affrontare il serbo è complicato ma lo è ancora di più giocarci contro a Melbourne dove è riuscito a trionfare per ben dieci volte.

Djokovic è il passato: ora è il momento di Sinner
Sinner, dominio totale: Djokovic superato (LaPresse) – wigglesport.it

Basterebbe questo dato per far capire l’impresa compiuta dall’azzurro ma dobbiamo menzionare, per forza di cose, il fatto di non aver concesso neanche una palla break ad un giocatore che ha nella risposta una delle caratteristiche migliori. Nel duello Sinner-Djokovic ha fatto tutta la differenza del mondo il match in Coppa Davis dove l’azzurro è stato in grado, quando sembrava ad un passo dalla sconfitta, di annullare ben tre match point consecutivi al serbo prima di andare a vincere la partita.

Ecco perché il successo a Melbourne è stato visto, da molti, come una sorta di passaggio di consegne ma serve cautela. Sinner ha tutto (capacità tecnica, forza fisica e soprattutto mentale) per essere il futuro numero uno al mondo. La sensazione, dopo il successo contro Medvedev, è che ora siano gli altri ad avere paura di incontrare l’azzurro sulla propria strada: a testimoniare questa tesi un dato che non può non essere considerato.

Sinner migliore di Djokovic: l’azzurro re del cemento

L’epoca dei Big three (Djokovic, Federer, Nadal) sembra ormai giungere al termine con Sinner capostipite di una nuova epoca del tennis. Nell’ultimo anno l’azzurro ha letteralmente dominato prendendosi il primo posto in una classifica veramente speciale: non quella dell’ATP dove serve ancora del tempo.

Come apparso su alcuni dati social e riportato dall’account X Quindicizero, l’altoatesino è il vero re del cemento. Dal 2023 ad oggi, Sinner è stato il tennista capace di vincere il maggior numero di partite su questa superficie. Sono cinquantotto successi, tre in più di Medvedev ma soprattutto (ed è questo il dato a far impressione) undici in più rispetto a Djokovic.

Sinner imbattibile sul cemento: surclassato Djokovic
Sinner re del cemento: nessuno meglio di lui (LaPresse) – wigglesport.it

Un rendimento a dir poco incredibile considerando l’età del ragazzo e la possibilità di incrementare ulteriormente questa particolare statistica. La Coppa Davis nel 2023, l’Australian Open nel 2024: non poteva esserci miglior fine e miglior inizio per un giocatore che sta iniziando a dominare il circuito tennistico. In entrambi i tornei ha battuto Djokovic e questo la dice lunga sulle qualità dell’azzurro.

Impostazioni privacy