Sinner come Djokovic e Federer: l’azzurro segue le loro orme

Sinner è ormai senza confini e anche i nomi più importanti del firmamento tennistico sono alla sua portata: Djokovic e Federer sono il suo riferimento

Il tennista italiano sta entrando di diritto nel firmamento internazionale e anche la vetta del ranking sembra essere solo una questione di tempo. Per arrivare in cima servirà una grande stagione sulla terra rossa.

Sinner eguaglia Djokovic
Sinner, numeri come Djokovic e Federer (Ansa Foto) Wigglesport

Un campione a tutto tondo. Jannik Sinner non è stato preso ad esempio da Luciano Spalletti come lo sportivo da imitare a caso, ma perché incarna dei principi e dei valori che farebbero molto comodo anche nel calcio. Una testa superiore abbinata ad un grande livello fisico, per competere contro i grandi fenomeni della racchetta. Dopo aver trionfato nella finale di Miami contro Dimitrov, con il punteggio schiacciante di 6-3, 6-1, Jannik ha agguantato la seconda posizione del ranking ATP, scavalcando Carlos Alcaraz. Lo spagnolo è stato l’unico ad essere riuscito a batterlo in questo 2024, nella famosa semifinale di Indian Wells.

In quell’occasione Sinner era stato perfetto nel primo set (6-1), ma era poi calato alla distanza, anche vittima di qualche problemino fisico ad un braccio e ai flessori della coscia. In Florida si è preso la rivincita, non contro il giovane spagnolo ma con gli altri competitor, lasciando loro solo le briciole. Ormai sul cemento indoor e outdoor il 22enne di Sesto sembra essere ingiocabile, con un livello espresso davvero altissimo per tutti.

Jannik Sinner, i numeri parlano chiaro: ha raggiunto diversi fenomeni del passato

Miami è sì il secondo Master 1000 in calendario, ma da molti viene considerato come il quinto Slam, per l’importanza che ricopre e per il prestigio accumulato negli anni. Chi vince lì ha di diritto un posto speciale poi nel prosieguo della stagione e basta dare uno sguardo all’albo d’oro per capire che raramente si avventurano dei carneadi. Se a questo aggiungiamo il risultato di Melbourne abbiamo un quadro ancora più completo. Dal 1990 ad oggi solo i grandi fenomeni sono riusciti a centrare l’accoppiata Australian Open-Key Biscayne.

Jannik Sinner sul tetto del mondo
Nessuno è al livello di Sinner (WiggleSport – ANSA)

Nella lista figurano nomi da urlo come Pete Sampras (1994), Andre Agassi (1995, 2001, 2003), Roger Federer (2006, 2017) e Novak Djokovic (2011, 2012, 2015, 2016). Ora a loro si aggiunge anche Jannik Sinner (2024), sempre più di diritto inserito nelle liste dei campionissimi della racchetta.

La speranza è che dopo un avvio così dominante sul cemento anche la stagione sulla terra rossa possa regalare le stesse emozioni o qualcosa di simile. Vorrebbe dire centrare con buona certezza la vetta del ranking ATP.

Impostazioni privacy