Schiaffo al calciatore, stangata UFFICIALE: la squalifica

È stato squalificato per aver dato uno schiaffo ad un calciatore, adesso è ufficiale. La squalifica è importante ed il caso è piuttosto grave. Ecco cosa è successo e perché è stato squalificato.

A volte capita di assistere ad alcuni episodi che non dovrebbero mai capitare nel mondo dello sport. Si tratta di vicende che danno un pessimo esempio, soprattutto nei confronti dei più giovani. Nel mondo del calcio gli episodi di violenza sono all’ordine del giorno, ma spesso si trascende e si va oltre. La Giustizia Sportiva interviene per evitare che episodi si ripetino e a volte si esageri. E’ il caso avvenuto negli ultimi giorni.

squalifica ufficiale, c'è la sentenza
l’arbitro ha deciso, squalifica per uno schiaffo (Lapresse) Wigglesport

Nelle ultime ore questo episodio ha fatto molto parlare, riguarda l’attacco di un tesserato ad un calciatore, lo ha colpito con uno schiaffo ed è stato puntualmente penalizzato. Il giudice sportivo è intervenuto e lo ha squalificato, il caso è diventato immediatamente virale nel web e molti stanno commentando l’episodio. L’ennesima bufera del calcio italiano, stavolta riguarda una categoria inferiore.

Squalifica di tre giornate al tecnico, sanzione ufficiale

L’allenatore della Juve Stabia Guido Pagliuca è stato squalificato dal giudice sportivo per tre giornate per aver dato uno schiaffo ad un suo calciatore. Il tecnico della formazione stabiese non è stato espulso dall’arbitro, ma il suo comportamento è stato comunque notato dal direttore di gara, il quale ha riportato tutto l’accaduto nel referto di gara. Dopo aver valutato la condotta dell’allenatore campano, il giudice sportivo ha deciso di squalificarlo.

il calciatore è squalificato
squalifica per uno schiaffo, è ufficiale (Lapresse) Wigglesport

La Juve Stabia milita nel campionato di Serie C e l’episodio è accaduto al termine del match pareggiato in casa per 2-2 con il Monterosi. Secondo il giudice sportivo, Pagliuca ha tenuto una condotta violenta nei confronti di un suo calciatore mentre le squadre rientravano negli spogliatoi, “in quanto lo colpiva con uno schiaffo al volto”. Secondo alcuni esperti di giustizia sportiva, l’allenatore delle Vespe ha rischiato di ricevere uno stop più lungo, ma gli sono state concesse le attenuanti. Per alcuni infatti la squalifica è troppo lieve, con la violenza bisogna sempre intervenire.

Considerando che non ci sono state conseguenze sul calciatore colpito, il giudice sportivo ha deciso di fermare il tecnico soltanto per tre giornate, anche se qualcuno invitava ad una sanzione maggiore. La Juve Stabia ha fatto sapere di aver presentato ricorso e che respinge con forza qualsiasi accusa, anzi difendendo il proprio tecnico. Il club campano ha intenzione di “tutelare il proprio allenatore in ogni sede con la speranza che la squalifica venga revocata”.

Impostazioni privacy