Ritiro Perez, l’annuncio ufficiale: Formula 1 colta alla sprovvista

Il pilota messicano rompe il silenzio e rivela un retroscena sulla sua decisione maturata nel corso dei mesi: ecco tutta la verità

Il 2023 per Sergio Perez si è rivelato un anno abbastanza negativo a livello sportivo. Reduce da un buon inizio di stagione, condito da due vittorie, Checo è incappato in un lungo passaggio a vuoto, che gli ha visto commettere errori grossolani ed offrire prestazioni al di sotto delle aspettative. Il tutto mentre il compagno di squadra, Max Verstappen, stracciava il campionato a suon di record.

Perez e l'ipotesi ritiro
Il 2023 è stato un anno difficilissimo per il messicano (AnsaFoto) – Wigglesport

Alla fine, il messicano è riuscito a rimettersi parzialmente in carreggiata, aggiudicandosi la seconda piazza della classifica piloti. Un traguardo minimo, considerato lo strapotere della RB19 sfornata dalla Red Bull sulle altre vetture in griglia, ma comunque importante. C’è stato però un momento nel corso della stagione in cui si sono susseguite molteplici voci sul suo futuro. Addirittura è circolata la notizia che fosse in procinto di annunciare il ritiro.

Perez e il futuro, la rivelazione di Checo sul ritiro

Tale voce è emersa, per la precisione, durante il weekend del Gran Premio del Messico ed è stata prontamente smentita dall’entourage del pilota. Quest’ultimo, tuttavia, né a margine del fine settimana all’Hermanos Rodriguez né nelle settimane successive, non ha mai proferito parole in merito. Il silenzio si è rotto solo qualche ora fa, quando Checo ha deciso di rivelare un retroscena su ciò che vissuto nel corso dell’anno.

Perez e l'ipotesi ritiro
Perez e l’ipotesi ritiro: il messicano racconta tutta la verità (Ansa Foto) – Wigglesport

“Sono consapevole delle responsabilità che ho e non sono il tipo che incolpa le persone intorno a me per i risultati negativi. Io mi sono preso le mie responsabilità e ho ribaltato la situazione”, ha detto Perez in un’intervista riportata da Formula Passion. Poi ha aggiunto: Non ho mai considerato di ritirarmi: ovviamente sarebbe stata la strada più facile perché a volte è stata molto dura. Ma non sono il tipo di persona che a questo punto della carriera si arrende e vuole finire la carriera in questo modo”.

Insomma, l’ex McLaren non ha mai avuto dubbi e ha continuato a lavorare con la massima determinazione. Anche quando sul suo futuro ha aleggiato minaccioso lo spauracchio della sostituzione con Daniel Ricciardo. “Sinceramente, non ci ho pensato. Ero più concentrato sul fatto di potermi godere i fine settimana. Alcuni sono stati così difficili che non me li sono goduti. Sono qui perché amo ancora quello che faccio e perché mi diverto ancora molto”, ha spiegato il messicano.

Impostazioni privacy