Ritiro Djokovic, l’ultimo annuncio del serbo spiazza tutti

Il ritiro di Novak Djokovic tiene in ansia tutti i suoi tifosi. L’ultimo annuncio del serbo chiarisce la situazione attorno a uno dei tennisti più vincenti della storia.

Quando si pensa al tennis – specialmente quello degli ultimi vent’anni – si pensa a Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic. Se lo svizzero ha deciso di appendere la racchetta al chiodo ormai da qualche tempo, il campione spagnolo e il serbo vogliono ancora darsi battaglia sul campo, e chissà per quanto tempo.

Djokovic chiarisce tutto: cosa succede per il suo ritiro
Novak Djokovic ha fatto il punto sul suo ritiro (LaPresse) – wigglesport.it

Specialmente il numero uno del ranking Atp, quello che a 36 anni – ovvero la stagione appena conclusa – ha portato a casa tre titoli del Grande Slam, ed è arrivato in finale anche a Wimbledon arrendendosi solo al quinto set contro Carlos Alcaraz, uno dei giovani talenti destinato – prima o poi – a prendersi la scena dopo i famosi Big Three.

Dopo aver vinto le Atp Finals a Torino contro il nostro Jannik Sinner – che pure gli aveva dato del filo da torcere nei gironi – Nole aveva detto che fino a quando i ‘nuovi’, o meglio le giovani promesse come lo spagnolo, l’altoatesino e anche Holger Rune non lo prenderanno a calci, non prenderà in considerazione l’idea di un ritiro. Il proprio futuro è legato quindi ai risultati.

L’annuncio di Djokovic sul suo futuro nel tennis

Dello stesso tenore sono ancora una volta le sue dichiarazioni. A pochi giorni dalla United Cup e poi dagli Australian Open, entrambe da disputare nella terra dei canguri, Djokovic ha fissato un nuovo punto.

Djokovic chiarisce tutto: cosa succede per il suo ritiro
Novak Djokovic ha annunciato chiaramente i suoi obiettivi per il futuro (LaPresse) – wigglesport.it

“Sto cercando di spingere più che posso per vincere i tornei del Grande Slam e lottare per essere il numero uno al mondo, per fare ancora la storia di questo sport”, ha detto il serbo nelle parole riportate da ‘Sky Sport’. L’obiettivo non dichiarato sembra essere quello del Grande Slam e magari anche del Golden Slam, considerato che l’anno che verrà, a Parigi, ci saranno le Olimpiadi.

È motivato e si sente ancora bene, Nole ha spiegato dopo –  precisando quasi l’ovvio – e ovvero chenel 2023 ho giocato una delle migliori stagioni della mia carriera. Quindi voglio continuare così e vedere quanto lontano riuscirò ad andare”. La prima tappa della sua scalata – ancora una volta –  alla storia inizierà in quella Rod Lover Arena in cui qualche trionfo lo ha anche portato a casa – 10 volte, mai nessuno come lui -, e si vedrà. Gli avversari sono avvisati: Nole c’è, eccome se c’è.

Impostazioni privacy