Red Bull, emerge la rivelazione sul pilota: lo ha fatto davvero

Il pilota ebbe parecchio coraggio ad ammetterlo, in uno sport dove bisogna sempre dimostrare di non avere rimpianti.

La Formula 1 è uno sport spietato. La competizione è al massimo livello e gestire la pressione è spesso molto difficile sia per i team che per i piloti. Le cifre che sponsor, proprietari e spettatori pagano per vedere tutto questo concretizzarsi sono da capogiro, e questo alimenta un contesto sempre frenetico e alla ricerca della perfezione.

Parole Horner
Le parole dell’australiano colpirono Horner (ansafoto.it) wigglesport.it

Per questo motivo spesso vengono fatte scelte, sia in pista che fuori, che fanno storcere il naso ai tifosi. Lo stesso Max Verstappen, ad esempio, prima di arrivare al dominio che ha portato in pista quest’anno, ha trascorso diversi anni in cui veniva fortemente criticato dai tifosi, che lo accusano di essere troppo aggressivo in pista. Una scelta caratteriale ben precisa, la volontà di un giovane di emergere e di affermarsi tra i tanti campioni presenti nel circus.

La pressione, tuttavia, è anche sui team che sono alla costante ricerca del pilota perfetto. È il caso della Red Bull, che da anni cerca il pilota da affiancare a Max Verstappen continuano, tuttavia, a sbattere contro un muro.

Red Bull, Ricciardo si è pentito: i dettagli

Sono diversi i piloti che hanno vestito la tuta Red Bull al fianco di Verstappen. Gasly, Albon, Sergio Perez e, forse il più importante di tutti, Daniel Ricciardo. Era il 2018 e, complice anche i rapporti non proprio amorevoli con Helmut Marko e Christian Horner, l’australiano decise di andare via abbracciando il progetto Renault. Da quel momento una serie di stagioni negative, fino al ritorno a casa e il successivo piazzamento sulla Alpha Tauri.

Parole Horner
Il team principal Red Bull torna indietro, il pilota capì di aver sbagliato (ansafoto.it) wigglesport.it

Christian Horner è tornato sull’argomento, raccontando di quando Daniel Ricciardo scelse di lasciare la Red Bull. “Quando mi disse che sarebbe andato via io rimasi sorpreso, e gli chiesi dove immaginando la Ferrari o la Mercedes. Lui mi disse che sarebbe andato in Renault, con i motore deludente delle ultime stagioni. Noi avevamo addirittura ridotto la durata del contratto con Renault a causa di quel motore”, ha dichiarato Horner. Il team principal Red Bull ha però anche ammesso che Ricciardo si pentì di quella scelta. “Daniel mi chiamò durante la pandemia. Mi disse che avevo ragione e si scusò. Daniel è un bravo ragazzo, in quell’occasione fu consigliato male”.

 

Impostazioni privacy