Perché Francesco Totti era in ritiro con la Nazionale: motivazione spiazzante

A Coverciano Luciano Spalletti Spalletti ha voluto i 5 numeri 10 storici degli azzurri, per motivare ancor di più i convocati di Euro 2024

Presenza numeri 10 storici Italia Coverciano
Foto di gruppo-(Wigglesport.it)

 

Cosa fare quando all’improvviso dinanzi a te si presentano mostri sacri del calcio italiano come Gianni Rivera, Giancarlo Antognoni, Roberto Baggio, Alessandro Del Piero e Francesco Totti?

Tutti hanno indossato la gloriosa maglietta numero 10 della Nazionale Italiana e tutti e 5 hanno ottenuto un titolo che resterà nella bacheca azzurra.

Ieri questi 5 mostri sacri del nostro calcio sono stati invitati da Luciano Spalletti, prima dell’amichevole dell’Italia a Bologna contro la Turchia.

Obiettivo è anche motivare i convocati in vista di un impegno tanto importante che vedrà gli azzurri difendere il titolo conquistato 3 anni fa.

Totti: “Avete un grande allenatore”

Presenza numeri 10 storici Italia Coverciano
Totti e Spalletti-(Wigglesport.it)

 

Luciano Spalletti commissario tecnico della Nazionale da quasi un anno, sa come unire gruppo di squadre e spogliatoio cercando di inserire delle regole da rispettare per poter arrivare ad un obiettivo ben preciso.

Durante gli allenamenti ha fatto indossare magliette con su scritto “Siamo tutti 10” in riferimento ai campioni della Nazionale che sono andati a trovarli.

Tra questi non poteva mancare il Capitano “Er Pupone” Francesco Totti che ha confessato: “Avete un grande allenatore e un grande staff, dovete scendere in campo per vincere. Volete prendere un pezzo di ognuno di noi? Se fosse così chi corre?” ha esclamato Totti con la sua solita ironia.

Pranzo e foto insieme

Luciano Spalletti ha voluto la presenza di questi mitici calciatori del calcio italiano ed ha tenuto una conferenza stampa in cui ha precisato: “In un gruppo di calciatori non devono mai mancare aspetti come il carattere, personalità, leadership, dimensione e qualità. Ognuno di noi ha bisogno di miti e di leggende a cui fare riferimento. Dobbiamo essere fedeli a questa maglia, che ha fatto la storia”.

Prima del pranzo con tutti i convocati della Nazionale anche Roberto Baggio e Alex Del Piero hanno dedicato un pensiero ai calciatori di Luciano Spalletti.

Il Divin Codino, ha evidenziato che “Il peggior nemico è la responsabilità. Questa maglia rappresenta gioia e voglia di vincere. Rappresentatela con dignità”. Nessuno si dimenticherà mai che Roberto Baggio da solo trascinò gli azzurri nella finale di Pasadena di Usa ’94 contro il Brasile, con uno stiramento muscolare.

Non poteva mancare poi Del Piero, che ha detto: “C’è sempre grande pressione intorno all’Italia. La stampa ed i tifosi si aspettano tanto. Ma ricordate di andare avanti sempre col sorriso, avete una grande opportunità. Io ho tanta nostalgia farei di tutto per tornare indietro”. 

Impostazioni privacy