Nuova tempesta in Formula 1: cosa sta succedendo

La stagione di Formula 1 sta per entrare sempre più nel vivo con il GP di Melbourne. Ma un vero uragano rischia di abbattersi su una scuderia

Con i primi due Gran Premi andati in archivio il mondiale di Formula 1 sta entrando nel vivo. In Bahrain e Arabia Saudita il dominio della Red Bull è stato a dir poco schiacciante, le due vetture di Milton Keynes hanno lasciato le briciole ai team rivali.

Verstappen e Perez hanno realizzato due doppiette consecutive e tutto lascia credere che al netto delle diverse caratteristiche dei vari circuiti le vetture di Milton Keynes siano destinate a stravincere. Proprio all’interno del team padrone del mondiale qualcosa non sembra andare per il verso giusto, una tensione che nelle prossime settimane rischia di deflagrare.

Altra tempesta in Formula 1
La Formula 1 nella tempesta (LaPresse) – Wigglesport.it

Lo scontro, durissimo e tutto interno alla scuderia anglo-austriaca tra il Team Principal Christian Horner e il super consulente Helmut Marko, spalleggiato e sostenuto dalla famiglia Verstappen, è stato sul punto di mandare in mille pezzi l’intera squadra.

Una vera e propria disintegrazione della Red Bull, tanto che già si vociferava di un addio di Max Verstappen a fine stagione e di un’intesa di massima già raggiunta con la Mercedes che sarà orfana di Lewis Hamilton. Gli stessi Horner e Marko a turno venivano dati per partenti da un momento all’altro.

Formula 1, la tempesta nella Red Bull è solo rimandata: il motivo spiazza i tifosi

Subito dopo il trionfo in Arabia Saudita però qualcosa è accaduto: i due grandi ‘nemici’ hanno convenuto come fosse arrivato il momento di sotterrare l’ascia di guerra: “È il momento di riportare la pace nel team“, hanno dichiarato quasi all’unisono. Un’inversione di marcia imposta e voluta dall’amministratore delegato della Red Bull, il potente Oliver Mintzlaff.

Nervi tesi alla Red Bull
La Red Bull rischia di esplodere (LaPresse) – Wiglesport.it

Chi ha assistito ai tanti sorrisi dei protagonisti in casa Red Bull dopo la gara di Gedda ha avuto l’impressione che tutto fosse tornato alla normalità, che gli animi si fossero finalmente placati con l’obiettivo di riportare serenità e armonia all’interno del team.

Niente di tutto questo a quanto pare. Sembra infatti che si debba parlare più di tregua che di vera e propria pace: i rapporti tra Horner e Marko e soprattutto tra lo stesso team principal e Jos Verstappen sono ai minimi termini e pronti nuovamente ad esplodere. Nelle prossime settimane, al netto di altri successi in pista, la Red Bull rischia di dover affrontare un’altra crisi interna. E questa volta le conseguenze possono diventare imprevedibili.

Impostazioni privacy