“Non sono all’altezza dell’Inter”: doppia bocciatura senza appello

Il pareggio contro la Real Sociedad nell’ultimo turno dei gironi di Champions complica i piani dell’Inter in vista del sorteggio degli ottavi

Un piccolo incidente di percorso di cui in casa Inter si sarebbe fatto volentieri a meno. Il pareggio a reti inviolate contro la Real Sociedad nell’ultimo turno della fase a gironi di Champions League ha impedito alla squadra di Simone Inzaghi di centrare il primo posto nel raggruppamento. Questo significa che i nerazzurri affronteranno il sorteggio degli ottavi in seconda fascia, correndo il rischio di dover affrontare una delle grandi d’Europa. Stasera i nerazzurri affronteranno la Lazio con l’opportunità di allungare, ma intanto il sorteggio di domani preoccupa ancora.

Simone Inzaghi ha problemi in attacco
Il tecnico dell’Inter Simone Inzaghi (LaPresse)- Wigglesport.it

Lo 0-0 contro i baschi ha inoltre riproposto un problema legato a qualche carenza riscontrata nell’organico allestito dalla dirigenza meneghina l’estate scorsa. In particolare il reparto d’attacco sembra avere problemi di resa ogni qual volta Simone Inzaghi decide di concedere un turno di riposo a Lautaro Martinez  e a Marcus Thuram.

Contro la Real Sociedad l’allenatore piacentino ha dato vita a un robusto turn over concentrato in particolare nel tandem d’attacco: Lautaro Martinez ha iniziato il match in panchina, lasciando il posto a Alexis Sanchez mentre Arnautovic ha sostituito Thuram dopo meno di un’ora di gioco. L’esperto centravanti austriaco e l’attaccante cileno hanno deluso le attese, non riuscendo mai a rendersi pericolosi dalle parti del portiere basco. La scelta di Simone Inzaghi è stata oggetto di critiche anche molto pesanti soprattutto perché ha compromesso la conquista del primo posto nel girone.

Simone Inzaghi nel mirino della critica, le parole sull’attacco dell’Inter non lasciano dubbi

Tra i critici più accesi nei confronti dell’ex allenatore della Lazio c’è il vicedirettore della Gazzetta dello Sport, il giornalista Stefano Agresti. Intervenuto in diretta ai microfoni di Radio Sportiva, Agresti si è così espresso sulle scelte estive dell’Inter per l’attacco: “Con Arnautovic e Alexis Sanchez in estate l’Inter ha preso due attaccanti di rincalzo. Hanno entrambi 34 anni, uno non giocava da anni in una big, l’altro venne mandato via già anni fa“.

Arnautovic non va
Marko Arnautovic è arrivato all?inter l’estate scorsa (LaPresse) – Wigglesport.it

Un attacco piuttosto deciso alla dirigenza nerazzurra che ha rinforzato a dovere la squadra in altri reparti, ma non in quello offensivo. Agresti rincara la dose ed emette la sua sentenza: “I nerazzurri avrebbero bisogno di due alternative migliori a Lautaro e Thuram, non certo i giocatori presi l’estate scorsa da Ausilio e Marotta“.

Difficile immaginare però che la lacuna venga colmata già a gennaio. A meno che non si materializzi qualche occasione di mercato, ogni discorso sarà rinviato all’estate prossima.

Impostazioni privacy