Non solo Sinner, l’Italia può esultare: la notizia è una vera manna

Una bellissima notizia per tutto il tennis italiano che può esultare non solo per Jannik Sinner ma anche per un’altra crescita esponenziale

La vittoria dell’altoatesino all’Australian Open può essere da traino per l’intero movimento. Come dimostrato anche in Coppa Davis a Malaga la squadra azzurra ha davvero tante frecce al proprio arco. Un giovane profilo in particolare sta facendo passi da gigante.

Sinner trascina il tennis italiano
Dietro Sinner crescono altri campioni (WiggleSport – ANSA)

Come è avvenuto per i grandi fenomeni italiani degli altri sport, anche nel tennis c’è e ci sarà un effetto Sinner. Il fresco campione degli Australian Open sta inanellando successi clamorosi negli ultimi mesi e sembra destinato a crescere sempre più nel firmamento internazionale. Anche l’assalto alla prima posizione del ranking (cosa mai avvenuta per un italiano nella storia) potrebbe essere alla sua portata e negli anni a venire ci sarà di certo da divertirsi.

Come detto, quando nascoso campioni di questo spessore, vedi Tomba nello sci o Valentino Rossi nelle moto, è ovvio che tutto il movimento cresca attorno a loro. La crescita è di duplice valenza: sia contemporanea, ovvero di coloro che allenandosi con un punto di riferimento così importante non possono far altro che migliorare, sia a lunga scadenza, ovvero sui bambini che si approcciano al loro sport per spirito di emulazione.

Il tennis italiano può dirsi quindi molto soddisfatto del proprio presente ed entusiasta del futuro a venire. La vittoria in Coppa Davis ha già testimoniato il buono stato di salute della nostra squadra, a cui potranno aspirare presto anche nuovi profili.

Il tennis italiano non è solo Sinner: cresce un altro giovane

Tra chi sta compiendo passi da gigante negli ultimi mesi c’è senza dubbio Flavio Cobolli, tennista classe 2002. Il giovane romano è figlio dell’ex professionista Stefano Cobolli (best ranking numero 236 Atp), nonché grande amico del giocatore della Roma Edoardo Bove, suo amico di infanzia e per un periodo collega sportivo (anche il centrocampista giallorosso si dilettava con la racchetta da adolescente).

L’azzurro è uno dei protagonisti del torneo Atp di Montpellier dove ha messo in fila una serie di risultati positivi. Grande tennis e una crescita evidente con Flavio che segue le orme del recente vincitore degli Australian Open; e non ha alcuna voglia di fermarsi.

Flavio Cobolli crescita spaventosa
C’è un altro giovane promettente alle spalle di Sinner (WiggleSport – ANSA)

Per lui è arrivato in questa settimana il best ranking della carriera, con il raggiungimento della 71° posizione del ranking Atp. Cobolli agli Australian Open ha raggiunto un ottimo terzo turno, venendo poi sconfitto nettamente in tre set dal padrone di casa De Minaur. La speranza è che questo possa essere solo un primo passo verso una maturazione completa nel giro dei prossimi due anni, per farne un altro dei  magnifici componenti del gruppo azzurro a disposizione di Volandri.

Al momento il tennista della capitale è il quarto italiano in classifica mondiale, alle spalle di Sinner (4), Musetti (27) e Sonego (46).

Impostazioni privacy