Non solo Sinner: c’è la tripla gioia, l’Italia gongola

Dietro l’altoatesino, c’è una lunga lista di giocatori che si sta facendo strada macinando ottimi risultati: il tennis azzurro vive un periodo di grande splendore

La prepotente ascesa di Jannik Sinner sui palcoscenici più prestigiosi del tennis internazionale ha portato grande entusiasmo tra gli appassionati italiani (e non solo). L’altoatesino, reduce da un 2023 semplicemente straordinario, ha iniziato la nuova stagione all’Australian Open e si è subito aggiudicato il titolo superando, tra gli altri, Andrey Rublev, Novak Djokovic e Daniil Medvedev.

Il tennis italiano gongola
Sinner e non solo: il tennis italiano va a gonfie vele (Ansa Foto) – Wigglesport

Una cavalcata incredibile, condotta con un’autorevolezza disarmante, che alla tenera età di 22 anni lo ha reso il più giovane giocatore nostrano a vincere un torneo del Grande Slam (in passato vi erano riusciti solo Pietrangeli e Panatta, entrambi al Roland Garros).

A giusta ragione, adesso, si ritiene che il classe 2001 altoatesino sia entrato in un’altra dimensione e nel novero dei potenziali numero uno al mondo del futuro. Un traguardo che tornerà ad inseguire dalla prossima settimana, quando, dopo aver ricaricato le batterie, rientrerà in campo per l’Atp 500 di Rotterdam. Sul cemento indoor olandese, complice il forfait del campione in carica e numero tre al mondo, Daniil Medvedev, Jannik sarà la prima testa di serie del tabellone e in caso di titolo scalerà un’altra posizione nel ranking, portandosi al terzo posto proprio ai danni del russo.

Ranking Atp e Wta: best per Cobolli, Bronzetti e Cocciaretto scalano posizioni

A proposito di ranking, le classifiche Atp e Wta raccontano che il tennis italiano è in continuo progresso. Dietro Sinner, infatti, c’è una lunga lista di giocatori che si sta facendo strada macinando ottimi risultati. I nomi di Lorenzo Musetti, Matteo Arnaldi e Lorenzo Sonego sono ormai noti. E negli ultimi mesi ha cominciato ad emergere anche quello di Flavio Cobolli.

Il tennista romano ha concluso il 2023 in crescita togliendosi anche la soddisfazione di staccare il pass per le Next Gen Atp Finals, il Masters di fine stagione dedicato alle giovani leve di età inferiore ai 21 anni. Poi Flavio ha inaugurato il 2024 superando le qualificazioni all’Australian Open e raggiungendo successivamente il terzo turno sul cemento di Melbourne. La scorsa settimana invece è riuscito a spingersi ai quarti dell’Atp 250 di Montpellier, battendo l’ex top-10 Gael Monfils e Constant Lestienne. Un bottino che si è tradotto in un nuovo miglior posizionamento nel ranking, precisamente alla piazza numero 71.

Il tennis italiano gongola
Best per Cobolli, bene Bronzetti e Cocciaretto: le ultime (AnsaFoto) – Wigglesport

Ma le buone notizie non sono finite. Perché anche due esponenti del tennis femminile azzurro hanno fatto registrare passi in avanti nella classifica mondiale. Si tratta di Lucia Bronzetti ed Elisabetta Cocciaretto, le quali hanno guadagnato rispettivamente cinque e quattro posizioni, passando dalla 58 alla 53 e dalla 60 alla 56. Insomma, il movimento italiano ha cominciato il 2024 in maniera semplicemente stupenda. E se il buongiorno di vede dal mattino…

Impostazioni privacy