Non lo vogliono più vedere: porte sbarrate per Sainz

Futuro dello spagnolo ancora in bilico. Difficile che approdi nella rivale degli ultimi anni: dove correrà l’anno prossimo il madrileno?

Di certo pochi avrebbero immaginato una situazione così difficile per Carlos Sainz. A quasi tre mesi dall’addio ufficiale da Maranello, coincidente con l’arrivo altrettanto incredibile di Lewis Hamilton, lo spagnolo non sa ancora bene a quale scuderia affidarsi dalla stagione 2025 in poi.

Porte sbarrate per Sainz
Futuro Sainz in bilico – Sportitalia.it

Non è facile muoversi in un terreno scivoloso come la F1, che cambia umore da un giorno a un altro. Sainz piace un po’ a tutti ed è questo il problema reale: dato che piace a tutti lo spagnolo ha le idee ancor meno chiare. Di certo le ore e i giorni passano e il compagno di Leclerc in Ferrari dovrà subito decidere quale sarà la sua prossima squadra in F1.

Nelle ultime settimane si era parlato anche della Red Bull di come possibile destinazione per Sainz. Ma poche ore fa sono arrivate alcune dichiarazioni pesanti che smontano questo ambizioso scenario di mercato.

Sainz,  Red Bull pista difficile. Audi e Mercedes continuano a tentarlo

Numerosi scenari sono stati valutati negli ultimi mesi e Sainz dovrà compiere la sua delicata scelta mettendo in conto una serie di aspetti: da quello meramente economico a quello sportivo. Dunque, le difficoltà sono molto elevate.

Da una parte c’è la solita Audi, la prima Scuderia a muoversi via ufficiale. Dal 2025 esordirà in pista e vorrebbe concedere allo spagnolo l’opportunità di costruire un progetto importante. L’offerta economica della Scuderia tedesca è una delle più convincenti, ma Sainz vorrebbe vincere subito e non affidarsi a un team in fase ancora di costruzione.

Sainz, Red Bull pista difficile
Difficile per Sainz approdare in Red Bull (Lapresse) Wigglesport

Oltre al team tedesco, spiccano poi Red Bull e Mercedes. E proprio per quanto riguarda un possibile approdo del madrileno a Milton Keynes, l’ex pilota Christijan Albers si è detto scettico di questo passaggio di mercato dato che Sainz non sarebbe il compagno ideale di Max Verstappen. Anzi, un suo eventuale passaggio si rivelerebbe disastroso per gli equilibri del team, visto che il pilota olandese predilige avere accanto a se colleghi non così veloci, o comunque in grado di metterlo in difficoltà.

Per Sainz rimane viva poi l’opzione Mercedes, ma anche qui si parla ancora di rumors. Toto Wolff la sua offerta l’ha fatta, ma dal punto di vista dello spagnolo si tratterebbe di un contratto troppo breve (un anno più opzione per il secondo) per dare vita a un progetto vincente.

 

Impostazioni privacy