NBA, Steph Curry fa la storia: i numeri lasciano increduli

Ennesimo primato personale, e nuovo record nella storia dell’NBA, per Steph Curry, la superstar dei Golden State Warriors

Parli di lui e, al pari di quando si aprono dei discorsi in cui si nomina gente come Michael Jordan, Magic Johnson, LeBron James e Kobe Bryant, risuona nell’aria sempre la stessa parola: leggenda.

Gli incredibili numeri di Steph Curry, sempre più nella storia
Steph Curry riscrive ancora una volta il libro dei record (LaPresse) – Wigglesport.it

Non si può definire in altro modo Wardell Stephen Curry, uno che questa fantastica Lega chiamata NBA l’ha cambiata per davvero. Forse anche più dei suoi straordinari colleghi citati, uno dei quali – Lebron James – già suo rivale in tante memorabili battaglie per il titolo di campione a fine anno.

Parli di Curry, dicevamo, e la lista di record NBA associati al suo nome è a dir poco imbarazzante. Già primatista all-time per numero di triple segnate in carriera (il sorpasso su Ray Allen, che precedentemente deteneva il record con 2973 tiri da tre a bersaglio è arrivato nel dicembre del 2021) il figlio d’arte sembra invecchiare come il vino. Più passa il tempo e più delizia il palato degli appassionati.

Già protagonista di una stagione memorabile nel 2021/22, quando trascinò di peso Golden State al suo quarto titolo dell’era Steve Kerr, il numero 30 nativo di Akron, Ohio (stessa cittadina, e stesso ospedale, dove prima di lui nacque LeBron James) riscrive il libro dei record quasi ogni qualvolta mette i piedi sul parquet. Leggere per credere.

Curry da impazzire: due record in due giorni

Partiamo dalla notte italiana tra domenica 4 e lunedì 5 febbraio, quando la franchigia di San Francisco era impegnata in quel di Atlanta, Georgia, contro gli Hawks. Il risultato finale – vittoria all’overtime per Trae Young e compagni – è passata in secondo piano scorrendo le statistiche del match. Steph Curry 60 punti. Ma come 60. Si, avete letto bene.

Tirando 22/38 dal campo e mandando a segno 10 triple, Curry è diventato così il secondo giocatore nella storia dell’NBA a segnare 60 punti a 35 anni compiuti. L’unico precedente, illustre, risale al compianto Kobe Bryant. Ma non finisce qui.

Gli incredibili numeri di Steph Curry, sempre più nella storia
Stephen Curry leggendario: altro record per il fenomeno di Golden State (LaPresse) – Wigglesport.it

Solamente due giorni dopo, nel back to back che vedeva gli Warriors sfidare Brooklyn sul parquet di New York, è arrivato un altro incredibile primato. Con la tripla messa a segno poco oltre la metà del secondo quarto di gioco, la guardia gialloblù ha toccato – primo giocatore di sempre ad averlo fatto – la stratosferica cifra di 3600 tiri da 3 mandati a bersaglio in carriera.

Quando si parla di Curry, dicevamo, soffia quel vento che può essere cavalcato solo da una leggenda vivente dello sport come lui.

Impostazioni privacy