Nadal e quella data che incombe: tifosi già in lacrime

C’è grande attesa per il ritorno in campo di Rafael Nadal, sul cui futuro comunque aleggia quanto già sappiamo tutti

Non sarebbe mai tornato ‘per onor di firma’. Non avrebbe mai accettato di scendere nuovamente in campo, a quasi un anno di distanza dall’ultima volta, per il solo poter dire ‘Ho rimesso piede sul rettangolo di gioco’. Lui no.

Nadal rientro annuncio fine carriera
Il coach di Nadal mette in guardia i
tifosi (LaPresse) – Wigglesport.it

Se ha preso questa decisione, se ha lavorato duramente in questi mesi, se si è rialzato dopo un’operazione subita beffardamente nel giorno del suo compleanno – il 3 giugno – significa che nel suo cuore c’è ancora la speranza di poter vincere. E certamente quella di provare ad essere competitivo.

L’attesa per il grande rientro di Rafa Nadal sta tenendo sulle spine non solo il diretto interessato ma anche tutti i suoi tifosi, nonché gli addetti ai lavori, che sognano di vivere ancora una volta, forse per l’ultima volta, un’altra epica battaglia tra il mancino di Manacor e Novak Djokovic. O Carlos Alcaraz, designato da quasi tutti come l’erede in patria del maiorchino. O, perché no, con Jannik Sinner, l’altro fenomeno contemporaneo destinato, assieme al nativo di Murcia, a raccogliere l’eredità dei Big Three.

Dopo aver affidato al suo account Instagram una lunga riflessione sulle sue aspettative, su ciò che non sarebbe lecito attendersi da lui – per lo meno non in tempi brevi – e sulla necessità di navigare a vista prima di fare progetti di vittoria nel 2024, Rafa è tornato ad allenarsi nella sua Academy, dove ha scambiato a ritmo sostenuto con Arthur Fils, uno dei più brillanti tennisti della nuova generazione.

Le sensazioni, come confermato dal suo coach Carlos Moyà, intervenuto ai canali ufficiali dell’ATP, sono state buonissime. Gli allenamenti però, ammonisce l’allenatore, non sono paragonabili alle partite. Soprattutto quando queste si svolgono sulla distanza di cinque set.

Moyà sul futuro di Nadal: lo sa anche lui

Giocare al meglio dei cinque set, vincere, riposare, tornare in campo dopo due giorni non è semplice. Sono questi i dubbi che abbiamo ancora oggi, soprattutto in ottica Slam. Lui si sente competitivo“, ha tenuto a specificare il 47enne spagnolo.

Nadal rientro annuncio fine carriera
Rafa Nadal, il monito di Moya (LaPresse) – Wigglesport.it

Sempre nell’àmbito della stessa intervista, l’ex giocatore – che è stato anche numero uno del mondo – ha parlato della carriera di Nadal relativamente al futuro. Moyà non si  è nascosto dietro un dito. Non è stato allarmista ma non si è neppure travestito da venditore di fumo.

Uno sportivo ha una data di scadenza, e ci si sta avvicinando ad essa ogni giorno. Non si è mai consapevoli di quando arriverà quel momento, perché molto raramente si ha questa certezza. Devi solo continuare a provare“, ha dichiarato il coach. Tra circa una settimana, Nadal sarà in campo a Brisbane. Grazie al ranking protetto, Rafa entrerà direttamente nel tabellone principale.

Impostazioni privacy