MotoGP, caos Marquez: “Famiglia distrutta”

Marc Marquez è pronto a vivere una nuova avventura in MotoGP con il suo nuovo Team. La confessione ha però sconvolto tutti

L’otto volte campione del mondo si è unito nel 2024 alla squadra di Gresini e proverà a lottare con i migliori per la conquista del titolo. Ci sono però anche delle insidie nascoste che non tutti avevano considerato.

Marquez ha un problema
Il clamoroso retroscena su Marc Marquez (WiggleSport – ANSA)

Cosa spinge un campione come Marquez a lasciare la propria comfort zone alla Honda HRC per tuffarsi in un’esperienza in un team satellite a gestione familiare? Semplice, l’ambizione di vincere. Si perché lo spagnolo vuole arrivare a nove titoli iridati come Valentino Rossi e per farlo pensa che la Ducati di Gresini possa essere di grande aiuto. Il #93 avrà a disposizione il modello dello scorso anno, la GP23 con la quale Bagnaia ha portato a casa il campionato, in volata su Jorge Martin.

Dai test prestagionali svolti in Malesia e Qatar Marquez è apparso già abbastanza veloce, ma non ancora per stare con il gruppetto di testa. Manca un ultimo step per essere alla pari con Pecco ed Enea Bastianini. Una confidenza che potrà arrivare solo con il passare delle gare e con una maggiore comprensione dello stile di guida della Ducati. Marquez ha deciso di contare “solo sulle proprie forze” in questa nuova esperienza, portando un solo tecnico dalla Honda e scaricando l’intera squadra che lo aveva sempre assistito, compreso lo storico Santi Hernandez.

Marc Marquez, arriva la confessione inaspettata sul Team Gresini

In una documentario realizzato da Dazn Spagna su Marc Marquez e il suo passaggio nella Ducati del Team Gresini, il diretto protagonista ha spiegato il motivo per cui non ha portato con sé più collaboratori della sua vecchia squadra.

Clamorosa novità su Marc Marquez
Cambia tutto per Marc Marquez (WiggleSport – ANSA)

“Sono venuto solo per non distruggere la famiglia del Team Gresini. Qui si respira davvero un’aria familiare, con il supporto di tutti e un’unione speciale”. Il #93 poi aggiunge: “Dovrò adattarmi a lavorare con tecnici che non conoscevo prima, ma sono entusiasta di questa opportunità e cercherò di sfruttarla al meglio”.

Insomma un Marquez che è entrato in punta di piedi nel nuovo box ma che mantiene alta l’ambizione verso il successo, pur consapevole di dover migliorare il suo feeling con la moto di Borgo Panigale se davvero vuole essere al livello di Bagnaia, Martin e Bastianini. La strada per tornare in vetta è ancora lunga.

Impostazioni privacy