“Mi è vietato”: Formula 1, clausola Schumacher per Verstappen

Il campione olandese ha svelato alcuni particolari inediti del suo ricco contratto con la RedBull: c’entra anche l’ex fuoriclasse tedesco

Per capire fino in fondo la portata di un qualcosa che, a prima vista, potrebbe sembrare assurdo, bisogna risalire al 29 dicembre del 2013, ed immaginare di essere sulle nevi di Meribel, in Francia, teatro di quella che sarebbe dovuta essere una normale e serena giornata sugli sci che un ex campione del mondo trascorreva con suo figlio.

Incombe la clausola Schumacher sul contratto di Verstappen
Max Verstappen annuncia la presenza di una clausola particolare (LaPresse) – Wigglesport.it

I più attenti tifosi ferraristi, ma anche semplicemente tutti gli appassionati di Formula 1, hanno già capito di cosa si tratta. È una data rimasta dolorosamente impressa nella mente di milioni di tifosi, ma anche della gente comune. Perché Michael Schumacher, la cui vita cambiò irrimediabilmente in quel maledetto giorno, era diventato una star di livello mondiale.

Ammirato, osannato, invidiato. E infine compatito, oggetto delle più disparate preghiere in attesa di un suo cenno, un suo sorriso, una sua parola. Magari nel suo rivedibile italiano che mai ha imparato fino in fondo. Nulla. Sono passati oltre 10 anni e delle condizioni di Schumi si sa davvero poco.

Il campione espira in autonomia, è immobile, ma non parla. I fisioterapisti cercano di mantenere un sufficiente tono muscolare, ma ogni giorno si tratta di vincere un Gran Premio partendo dall’ultima posizione in griglia. Difficile anche per uno come lui. Ma cosa c’entra Schumacher col contratto che Max Verstappen ha sottoscritto con RedBull fino al 2028? Il punto d’unione è la presenza di una particolare clausola. Che impedisce di praticare un determinato sport al nuovo fenomeno delle piste.

Verstappen, il contratto con RedBull e ‘l’effetto Schumi’

Nel mio contratto ho una clausola che mi vieta di praticare sport pericolosi. Non scio da oltre cinque anni, perché il rischio di rompermi qualcosa è semplicemente troppo grande“, ha dichiarato il tre volte campione del mondo nel corso di un’intervista rilasciata a Formule1.nl.

La clausola Schumacher nel contratto di Verstappen
Max Verstappen, c’è il divieto ‘obbligato’ in memoria di Schumi (LaPresse) – Wigglesport.it

Ebbene sì, anche una superstar come Verstappen, già entrato di diritto nella leggenda di questo sport, titolare di un contratto da 45 milioni di euro annui più 25 di bonus, deve inchinarsi ad una direttiva che probabilmente non ci sarebbe stata se non si fosse consumata la tragedia di cui vi abbiamo abbondantemente parlato.

Quella che molti hanno etichettato come la ‘clausola Schumacher’ funge, suo malgrado, anche da protezione per la stessa incolumità del pilota. Che ha visto improvvisamente cadere in disgrazia uno dei suoi primi idoli ammirati in TV mentre superava  costantemente, in ogni gara, papà Jos.

Impostazioni privacy