Matteo Berrettini, ora temono tutto il peggio: prospettiva sconvolgente

La stagione di Matteo Betterrini si è conclusa molto prima del tempo e ora è pronto per tornare: le ultime novità però non sono incoraggianti

Cosa ha scritto Matteo Berrettini nella sua lettera a Babbo Natale? Un regalo speciale, l’unico che possa aiutarlo in questo momento e si chiama salute. Troppi sono i problemi che lo hanno limitato nel 2023, l’anno più pesante della sua carriera.

Matteo Berrettini, i problemi non finiscono mai: tifosi delusi
Matteo Berrettini, i problemi non finiscono mai (Ansa Foto) – Wigglesport.it

Due anni fa di questi tempi era un giocatore realizzato. La sua qualificazione alle Nitto ATP Finals di Torino, conclusa però male per un problema muscolare, e una stagione che lo aveva portato nei primi 8 al mondo. In più la finale a Wimbledon, la vittoria al Queen’s e tantissimi altro risultati di prestigio.

Da allora a oggi però il fisico più volte gli ha presentato il conto. Problemi e sfortune in serie, compreso il Covid alla vigilia di Wimbledon 2022 quando era il primo o massimo secondo favorito per il torneo. L’ultimo tributo è arrivato agli US Open 2023, quando si è dovuto ritirare per un problema alla caviglia durante il secondo turno.

In pratica sono più i mesi passati a fare lo spettatore, seppure controvoglia, che quelli in cui l’abbiamo visto in campo e non per colpa sua. Ora tutti i problemi fisici adesso sembrano essere alle spalle e lui da diverse settimane ha ricominciato ad allenarsi, ma le incognite sono rimaste.

Tra queste non c’è la sua vita sentimentale, perché il legame con Melissa Satta nonostante tutto e tutti è molto solido. Anzi, lei ad ottobre fa quando era stata ospite a “Belve” ancora una volta aveva difeso la loro storia. E aveva anticipato che “magari vorrei avere un altro figlio, ma non è mai il momento giusto se ci pensi. Potrebbe essere sempre il momento giusto”.

Matteo Berrettini, ora temono tutto il peggio: è arrivata la notizia più triste per i tifosi

Intanto per lui è arrivato un altro momento. Un paio di mesi fa ho rotto ufficialmente il lunghissimo legame con Vincenzo Santopadre che lo seguiva come allenatore fin da quado era ragazzino,. Il 2024 ripartirà al fianco di Francisco Roig, ex professionista e coach spagnolo che per 17 anni dal 2005 al 2022 è stato nello staff di Rafa Nadal.

I programmi della coppia sono chiari. Matteo ha previsto il suo debutto subito, nell’ATP Brisbane International che prenderà il via con le qualificazioni il 29 dicembre per riabituarsi all’agonismo e al cemento australiano. Per una curiosa coincidenza ci sarà anche Nadal, al rientro dopo un anno di assenza per la lesione all’iliopsoas.

ansia Berrettini
ancora problemi per Matteo Berrettini (Lapresse) Wigglesport

Prima di partire per l’Australia, Matteo Berrettini si è allenato a Torino sui campi del Circolo della Stampa Sporting, gli stessi usati dai protagonisti delle Nitto ATP Finals. Con lui l’amico Lorenzo Sonego, che a Torino è di casa. Solo che si è dovuto fermare per un piccolo problema al piede e le sue condizioni sono da valutare.

Le ultime su Berrettini

Il problema non è tanto il primo torneo della stagione quanto il conto salato che sta per arrivare. Il romano attualmente è numero 92 nella classifica ATP e così ripartirà a gennaio. Quel mese però sono in programma gli Australian Open che metteranno sul piatto 2.000 punti, la United Cup (ma lui non ci sarà) da 500 punti, più quattro tornei ATP 250.

Berrettini e Sonego hanno preparato il debutto insieme: ora vanno in Australia (Instagram@Circolodellastampasporting) - Wigglespoprt.it
Berrettini e Sonego hanno preparato il debutto insieme – Wigglesport.it

Molti hanno da perdere più di lui, come Nole Djokovic che quest’anno a gennaio aveva vinto l’ATP 250 di Adelaide e soprattutto gli Australian Open. Berrettini però nel suo piccolo se non otterrà risultati rischia seriamente di uscire dai primi 100 della classifica mondiale. Una nuova montagna la scalare, insomma.

Impostazioni privacy