Marquez in guai seri, l’annuncio del rivale è netto

Marc Marquez rischia di essere in guai seri se uno dei suoi principali avversari ha detto la verità: lo spagnolo deve fronteggiare diverse difficoltà

Dopo i test di Valencia quasi tutti erano pronti a scommettere che per il #93 sarebbe stata una stagione trionfale. Eppure non basta guidare una Ducati per essere subito in grado di vincere. Un rivale in particolar modo spaventa l’ex pilota della Honda.

Marquez inizia ad essere preoccupato
Marc Marquez ha un grande problema (WiggleSport – ANSA)

La MotoGP riaprirà i propri battenti il 10 marzo a Losail, con il Gran Premio del Qatar. A fine mese, proprio sul circuito non lontano da Doha, si terranno gli ultimi test di questa pre-season, per capire i definitivi rapporti di forza prima del semaforo verde. Di certo da Sepang sono arrivate delle indicazioni piuttosto preziose, sia per i piloti che per i tecnici. Il minimo comun denominatore con la scorsa stagione è la forza della Ducati, apparsa di gran lunga la miglior moto del lotto.

La KTM è migliorata senza dubbio, basta vedere l’ottimo impatto del rookie Acosta (stabilmente in top-10 sia sul giro secco che sul passo gara) così come l’Aprilia, ma la GP24 dell’ingegner Dall’Igna è un vero gioiello. Non è un caso che i tre piloti che l’hanno avuta a disposizione siano nei primi tre posti della classifica finale. Bagnaia, Martin e Bastianini, hanno fatto segnare nell’ordine i migliori tempi della giornata, chiudendo una sessione di test davvero super positiva.

MotoGP, Bagnaia domina i test di Sepang e preoccupa Marquez: “Siamo ancora all’80%”

Il tempo realizzato da Bagnaia a Sepang è stato mostruoso. Un 1:56.682 che abbassa di circa 8 decimi l’attuale record del circuito (realizzato nello scorso Gran Premio di novembre). Pecco è apparso in pieno controllo della sua moto e parlando con i colleghi di Sky ha manifestato tutta la sua felicità per l’inizio di questa nuova stagione.

Bagnaia gela Marquez
Bagnaia è il principale problema per Marquez (WiggleSport – ANSA)

“La moto rappresenta un bel passo avanti rispetto allo scorso anno e soprattutto devo dire che mi trovo meglio in frenato (nota dolente del 2023, ndr)”.

Ma la cosa che dovrebbe spaventare ancor di più gli avversari è che il due volte campione del mondo ha dichiarato di essere solo all’80% dell’effettivo potenziale. “Non siamo ancora arrivati al 100%, ma non ci manca molto”. Insomma Marc Marquez (che ha chiuso sesto a circa 6 decimi di ritardo) è avvisato, così come il resto della compagnia. Per battere il #1 servirà davvero un’impresa in questo 2024.

Impostazioni privacy