Marquez ce l’ha fatta: finalmente può esultare

A meno di due mesi dall’inizio del mondiale di MotoGP Marc Marquez morde il freno: il fuoriclasse di Cervera sogna il nono titolo iridato

Vuole sentirsi ancora il migliore, il più veloce e competitivo tra i piloti del Circus delle due ruote. Marc Marquez è forse tornato a riveder le stelle dopo quattro anni trascorsi tra interventi chirurgici, contrattempi di varia natura e soprattutto una moto, la Honda, non più in grado di lottare per il vertice della classifica iridata.

Marquez può esultare
grandi notizie per Marc Marquez (Lapresse) Wigglesport

Di qui la scelta per molti aspetti clamorosa di cambiare team dopo un decennio abbondante: l’addio alla scuderia giapponese e il successivo accordo con il team Gresini, squadra satellite della Ducati, hanno fatto e continuano a far discutere. La domanda che nell’ambiente della MotoGP ci si pone è soprattutto una: riuscirà una prima donna come Marquez ad integrarsi in un team abituato a lanciare e valorizzare giovani talenti?

Per ora anche gli osservatori più scettici sono stati smentiti dai fatti, perché a quanto pare l’ambientamento del campione spagnolo nella sua nuova squadra procede alla grande, come del resto ribadito dal diretto interessato qualche giorno fa nel corso di un evento Estrella Galicia. Le parole di Marquez riportate dal quotidiano AS non lasciano alcun dubbio in proposito. I primi test effettuati a Valencia con la Ducati Desmosedici GP23 hanno regalato sensazioni eccellenti all’ex rivale di Valentino Rossi.

Marquez è al settimo cielo: le sue parole fanno impazzire i tifosi

Impressioni che Marquez ha voluto raccontare nei minimi dettagli: “Mi hanno visto sorridere nel momento in cui mi sono tolto il casco: sorridevo perché mi sentivo tranquillo: mi sono reso conto – ha spiegato il pluricampione del mondo – di poter essere in grado di guidare una moto diversa dalla Honda. Per me è tutto nuovo adesso, è come se ripartissi da zero“. In effetti è proprio così: del resto, sganciarsi da un team in cui si è corso per un decennio abbondante non è facile. Una decisione sofferta ma di cui Marquez non è affatto pentito.

Marquez si sente bene
Marquez non ha più dolore al braccio (LaPresse) – Wigglesport.it

Era un passo che ho fatto bene a compiere: a volte nella vita è necessario rimettersi in gioco“. Un altro buon motivo di soddisfazione sono le sue condizioni fisiche: “Mi sento tranquillo, ho finalmente passato un inverno normale. Il braccio è migliorato molto”. Per tornare a competere ad alti livelli a Marquez serviranno due condizioni essenziali: una moto all’altezza della situazione e la salute. Due elementi che negli ultimi anni sono clamorosamente mancati.

Impostazioni privacy