City in Serie B: Guardiola annuncia il suo futuro

Pep Guardiola continua a guardarsi intorno sul suo futuro: nuove dichiarazioni da parte del manager del City in caso di retrocessione in Serie B

Un momento decisivo dopo tanti anni di successi. Ora lo stesso Pep Guardiola ha voluto svelare il suo futuro in caso di retrocessione della compagine della Premier League. Tanti gli interrogativi anche sul caso che vede coinvolto il Manchester City per quanto riguarda il fair play finanziario. Tante violazioni da parte del top club inglese: ecco tutta la verità del manager spagnolo.

City in Serie B annuncio Guardiola
City in Serie B annuncio Guardiola, la verità – Lapresse – wigglesport.it

 

Tutto cambia in fretta nel mondo del calcio. Lo stesso Pep Guardiola starebbe pensando sempre al suo futuro dopo gli anni d’oro alla guida del Manchester City. Un lungo percorso con tanti successi: l’ultimo in Champions League battendo in finale l’Inter grazie al gol vittoria di Rodri. Il manager catalano è tornato a parlare del suo futuro dopo che è stato vicinissimo a numerosi club blasonati in giro per il mondo. La sua fama da allenatore è incredibile con la sua lunga carriera partita da Barcellona: ecco cosa succederà.

City in Serie B, l’amara verità di Guardiola

Un cambiamento di vedute totale per lo stesso manager spagnolo, che ha conquistato tanti trofei in carriera. Ha vinto ovunque: dalla Spagna all’Inghilterra passa anche dalla Germania con l’esperienza alla guida del Bayern Monaco. Ecco tutta la sua verità anche in caso di retrocessione del City: ecco cosa farà.

City in Serie B annuncio Guardiola
City in Serie B annuncio Guardiola, la verità – Lapresse – wigglesport.it

 

Tanti timori anche in casa del Manchester City dopo la penalizzazione dell’Everton: i Citizens sono sotto indagine per le numerosi violazioni del Fair Play Finanziario della Premier League. Così è tornato a parlare Pep Guardiola alla vigilia della delicata sfida contro il Liverpool: ha svelato che i due casi sono completamente differenti e bisognerà aspettare la decisione definitiva. Poi in caso di retrocessione il manager catalano ha rivelato che ci sono più possibilità di restare se il City venisse mandato in League One che in Champions League. Al momento il top club inglese è innocente, ma ci sono ben 115 violazioni da valutare.

Nel corso dei mesi la situazione si è fatta sempre più complessa: in tanti invocano la retrocessione del Manchester City, ma lo stesso catalano ha tenuto a ribadire che il caso Everton è completamente opposto rispetto a quello della sua società. Un annuncio decisivo che fa intendere ancora una volta il suo legame viscerale con il top club inglese.

Impostazioni privacy